Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La carità non va in vacanza: pranzi estivi e villeggiatura in montagna per 50 bisognosi a Sanremo foto

In questa calda estate gli operatori e i volontari del Centro Caritas di Sanremo hanno continuato a svolgere i loro servizi

Sanremo. La carità non va in vacanza, neppure nel mese di agosto. In questa calda estate, gli operatori e i volontari del Centro Caritas di Sanremo hanno continuato a svolgere i loro servizi, offrendo assistenza ai più poveri ed emarginati di origine sia italiana sia straniera. Circa una cinquantina di persone, fra uomini e donne di tutte le età, anche minori.

“Le nostre porte sono aperte 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 – spiega Paola Raffaglio, direttrice del Centro ascolto Caritas Sanremo –. E anche questa estate abbiamo continuato la nostra attività di aiuto, quindi accoglienza diurna e notturna nel dormitorio e servizio mensa per tutti i nostri assistiti. Ovvero malati psichiatrici, ex tossico dipendenti, poveri e anche migranti. Nei mesi appena trascorsi, sono stati all’incirca 40 gli italiani e 20 gli stranieri, di cui un neonato di 4 mesi e un bambino di 8 anni, che hanno ricevuto la nostra assistenza, venendo coinvolti in programmi di recupero, attività pedagogiche e riabilitative. Non è venuto a meno neppure il servizio mensa”.

Anzi, “a Ferragosto – prosegue Raffaglio che coordina 15 operatori e una 30ina di volontari – abbiamo organizzato un pranzo speciale dove abbiamo servito un aperitivo analcolico. Nelle prossime ore partiremo per un breve soggiorno estivo in montagna a San Giovanni dei Prati nei pressi di Molini di Triora, dove continueremo le attività educative e riabilitative”.

Alloggiati in una casa vacanze messa a disposizione dal Gruppo Scout Sanremo, il gruppo giocherà a pallone, a bocce, farà escursioni e cucinerà. “L’obiettivo – entra nel merito la direttrice – è quello di trasmettere ai nostri assistiti che sono le cose più semplici che fanno star bene. Ai migranti, in attesa di riconoscimento e bisognosi di protezione, invece, vogliamo solo regalare una settimana di pace e tranquillità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.