Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incontri con l’autore nell’Antico Principato di Seborga

Il secondo incontro sarà con lo scrittore imperiese Danilo Balestra

Seborga. Ritorna ogginell’incantata cornice dello storico borgo di Seborga, la rassegna “Incontri con l’autore nell’Antico Principato di Seborga”, organizzata da ENDAS Cultura-progetto Intemalia Cult in collaborazione con la Atene Edizioni di Arma di Taggia e Ipoint Seborga Lavanda della Riviera dei Fiori.
Il secondo incontro, in Piazza Martiri Patrioti alle 21, sarà con lo scrittore imperiese Danilo Balestra, che presenterà il volume “Tirati a sorte” (Antea Edizioni), l’intensa storia di due fratelli rimasti orfani in seguito al terremoto di Bussana del 1887, divisi dal destino tramite un’estrazione a sorte – da qui il titolo – che li ha portati a vivere in due famiglie diverse.
La sera del 22 febbraio 1887, alla vigilia del terremoto destinato a sconvolgere il ponente ligure, Alfredo e Germano si coricano nello stesso letto, abbracciati per difendersi dal freddo. Si risveglieranno di lì a poche ore, tra le macerie di Bussana, in un evento tragico che metterà fine, troppo presto, alla loro infanzia. Il 19 giugno 1920, a distanza di più di trent’anni, ritroviamo quegli stessi fratelli a Valloria, un paesino dell’Alta Val Prino, durante un giorno di festa e di follia, nel quale, in maniera del tutto inattesa, verrà rivelata una verità rimasta troppo a lungo nascosta. In mezzo a questi due momenti ci sono i percorsi di crescita di Alfredo e Germano, e il lettore, seguendo le loro vicende umane e  sentimentali, rivivrà gli eventi storici che hanno caratterizzato il periodo a cavallo tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo. Il tutto immaginato sullo scenario incantato della Liguria di ponente.

Danilo Balestra è nato nel 1961 a Imperia. Ha trascorso infanzia e giovinezza a Valloria e, da anni, vive e lavora a Pontedassio. Esordisce nel mondo dell’editoria nel 2005 con Orfeo non ti voltare (nuova edizione Antea 2014), al quale sono seguiti: Sanremo noir (2010), L’amore bruciato (Antea 2011), Bufera (Antea 2013), La notte di San Lorenzo (Antea 2014) e Ti salverò (Antea 2015). Dopo un periodo narrativo dedicato al noir, torna con Tirati a sorte al romanzo d’ambiente, già sperimentato con L’amore bruciato, regalandoci, come sempre, una storia avvincente, capace di appassionare il lettore dalla prima all’ultima pagina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.