Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, ultimo prestigioso appuntamento della VII edizione delle “Serate Organistiche Leonardiane” foto

Il concerto di chiusura della rassegna 2017 è stato affidato all'illustre organista uruguayana Cristina Garcìa Banegas

Imperia. Domani sera alle 21, presso il Duomo di Imperia Porto Maurizio  l’ultimo prestigioso appuntamento delle Serate Organistiche Leonardiane VII edizione. Il concerto di chiusura della rassegna 2017 è stato affidato all’illustre organista uruguayana Crisstina Garcìa Banegas, musicista di fama mondiale. Il programma che l’artista ha pensato per l’occasione porterà il pubblico attraverso le pagine davvero rare della letteratura organistica ispano americana del Sud America rinascimentale e barocco e di autori barocchi italiani: tra i quali Bermudo, Torres, Blasco, Corelli. Cristina Garcia Banegas è titolare della cattedra d’Organo presso la Scuola Universitaria di Musica in Uruguay. Ha iniziato gli studi musicali con Bonnet Renée e Renée Pietrafesa in Uruguay e ha continuato la sua formazione con Lionel Rogg presso il Conservatorio di Ginevra (Svizzera), ottenendo il Premier Prix de Virtuosité, successivamente ha ricevuto Eccellenza il Premier Prix d ‘avec Félicitations du Jury al il Rueil Malmaison Conservatorio di Parigi (Francia), come allievo di Marie-Claire Alain. Si è esibita in quasi tutti i paesi latinoamericani ed europei, così come negli Stati Uniti, Russia e Giappone. Ha fatto parte di giurie in molti concorsi d’organo di fama internazionale. Ha registrato 11 CD delle opere di Johann Sebastian Bach per organo (in attesa di poterne completare l’intera Orgelwerke) e altri dedicati alla letteratura spagnola e latinoamericana barocca, eseguita in organi storici in Europa e America Latina. Le sue registrazioni sono state prodotte in Svizzera, Francia, Norvegia, Spagna, Belgio, Germania, Messico, Bolivia, Brasile, Argentina e Uruguay. Molti di loro hanno meritato il riconoscimento straordinario e premi internazionali: Grand Prix de l’Académie Française du Disque; des Palmares Palmares; Diapasón 5; MUST, Deutsche Schallplatten Preis, tra gli altri. Ha vinto il ‘Premio Echeverria Organo. L’impegno del parroco Rev. Don Lucio Fabbris, del Rev. Don Gustavo Del Santo e del direttore artistico Giorgio Revelli hanno permesso l’allestimento di un programma 2017 che ha contato quasi mille presenze di pubblico durante le quattro serate di concerto, e già si pensa ad una edizione 2018 che prevederà anche diverse innovazioni e una nuova riorganizzazione del programma. “Il successo che ha sempre ottenuto questi anni il festival” dice il direttore artistico M° Giorgio Revelli, “si è confermato anche quest’anno attraverso il numeroso ed attento pubblico, con tanta presenza straniera ma anche tanta affluenza di gente locale. Un grazie sentito a tutti coloro che hanno voluto sostenere anche quest’anno l’iniziativa tra cui cito il Comune di Imperia, la Regione Liguria, la dott.ssa Cristina Tealdi e la studentessa Giorgia Deferro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.