Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, visita ai luoghi degli inglesi ed al Museo Bicknell

Si potrà fare una passeggiata nei giardini e nei luoghi degli inglesi tra fine Ottocento e inizio Novecento

Bordighera. Mercoledì 30 agosto alle ore 10 si potrà fare una passeggiata nei giardini, ricchi di essenze esotiche, tra alberi rari e giganti, nei luoghi degli inglesi tra fine Ottocento e inizio Novecento. Visita del Museo Bicknell, magnifico contesto per scoprire la figura di Clarence Bicknell botanico, illustratore e ricercatore della flora locale

RITROVO: ore 10 a Bordighera davanti Ufficio Turismo IAT (Via Vittorio Emanuele, n 172 – davanti fermata Bus del Palazzo del Parco)
DURATA: due ore circa
QUOTA: visita guidata € 7,00 compreso ingresso museo (gratuito per i ragazzi fino a 18 anni)

ITINERARIO
Via Vittorio Veneto
Immerso nel verde, il viale mantiene tutt’oggi l’eleganza del passato: accolse i principali luoghi di intrattenimento della colonia inglese: la Victoria Hall ed il Tennis Club, primo in Italia. Sede di siti religiosi, con la presenza della Chiesa Anglicana e della Chiesa Valdese testimonia la notevole frequentazione internazionale di Bordighera nel passato.

Il Giardino Lowe
lungo Via Vittorio Veneto nel giardino Lowe, donato alla città nel 1902 da Henry Lowe, si ammira l’oliveto secolare, alcuni enormi pini a ombrello (Pinus pinea), la pianta australiana Grevillea robusta, una stupenda Araucaria bidwillii, numerose palme, tra cui la Butia capitata.

Biblioteca Civica Internazionale
L’edificio fu costruito nel 1910, grazie alle donazioni dei residenti inglesi, per ospitare la biblioteca fondata nel 1880. Tutta in pietra a vista, si presenta nel tipico stile “cottage” rielaborato dai britannici in Riviera. Notevole è la dotazione di testi conservati, tra cui spicca lo storico fondo inglese.

Museo Bicknell
Sede storica dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri: l’edificio, in stile inglese, fu costruito nel 1888 per volere di Clarence Bicknell, punto di riferimento per la colonia inglese di Bordighera. Il Bicknell animato da profonda sensibilità e amore per la natura si dedicò alla botanica, alla pittura, all’archeologia, studiò e classificò 14.000 incisioni rupestri della valle delle Meraviglie. Nel museo si ammirano gli acquarelli a tema botanico del Bicknell, i resti archeologici dell’area, la collezione delle farfalle esotiche e locali, i calchi delle incisioni preistoriche della Valle delle Meraviglie.

Il ficus delle meraviglie
Nel giardino del Museo Bicknell si è accolti dall’esemplare di Ficus magnolioides, i cui rami e tronchi imponenti e contorti si espandono a creare uno spettacolare monumento arboreo, ben saldato al terreno dalle numerose radici esterne striscianti.

Non serve prenotare. Si svolge anche in caso di pioggia. Maggiori info su Liguria Arte Natura di Angela Rossignoli tel. 0184 448397 338 4536788, mail: angela.rossignoli@gmail.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.