Quantcast

Affitta la casa ad un sanremese e poco dopo scopre dalla polizia che è occupata da un abusivo

Se la storia dovesse finire in tribunale non si arriverebbe in tempi brevi ad una conclusione

Sanremo. Quando la realtà supera la fantasia. Metti un appartamento dove trascorrere, saltuariamente, un periodo di riposo. Si concorda per l’affitto con il proprietario, si paga il canone e un bel giorno, si scopre, dalla polizia che l’abitazione è occupata da uno straniero. Un giorno era in corso un’operazione anticrimine con tanto di cani antidroga al seguito per accertare la presenza di pregiudicati e trafficanti di sostanze stupefacenti ed è stato in quel momento che gli agenti hanno scoperto la presenza di “un terzo”, a che titolo non è dato sapere.

E’ successo nella città vecchia, nel cuore di Sanremo con un sanremese che aveva affittato la casa ad un inquilino. Ma entrambi, a loro insaputa, avevano scoperto che l’abitazione era occupata da uno sconosciuto, un cittadino marocchino che aveva approfittato dell’assenza del locatario per entrare nell’alloggio in quel momento non abitato.

Alla fine la storia si è risolta con l’arrivo della volante del commissariato, poi con il fabbro che, in tempi rapidissimi, ha cambiato la serratura e le chiavi. Potrebbe esserci ancora un capitolo da scrivere in questa curiosa storia d’estate. Si cerca i capire se la casa sia stata affittata, reciprocamente, due volte nello stesso periodo. Ora c’è anche la possibilità che si proceda con una causa giudiziaria per violazione di domicilio se le parti decideranno di presentare una querela. Ma i tempi della giustizia, in quel caso, sono troppo lunghi e allora la storia è già bella che conclusa senza colpevoli.