Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Si accende Unojazz 2017. “Sogniamo di diventare di caratura nazionale in un evento fisso di Sanremo”

Lo sponsor Unogas devolverà la sua competenza alla missione Toko Vato in Madagascar

Sanremo. Vederlo per gli anni a venire un appuntamento fisso di Sanremo che ne è stata la culla e riportare l’evento ai fasti dei tempi d’oro. Punta in alto Unojazz Sanremo 2017 che, dopo due anni nella location milanese, vede preferire nuovamente Sanremo con cui sembra abbia trovato il perfetto feeling. Il Festival Internazionale di jazz accenderà dunque i riflettori dal 16 al 19 agosto prossimi alle ore 21 sul palco di Pian di Nave. Accanto al Forte di Santa Tecla e a due passi dal mare, l’evento non poteva avere cornice migliore.

Alla presentazione dell’evento che si è tenuta stamani, l’assessore Daniela Cassini ha espresso tutta la sua soddisfazione così come il sindaco Alberto Biancheri davanti a cui il direttore artistico Antonio Faraò ha spiegato quanto quest’edizione sia riuscita ad avere artisti di calibro internazionale oltreché giovani talenti italiani “Una scaletta differenziata e moltiforme, perché anche il giovane pubblico meno avvezzo possa innamorarsi di questo genere”.

La rassegna, presentata da Roberto Basso, si aprirà così il 16 agosto con una serata dedicata alle eccellenze italiane con il giovane pianista emergente Giuseppe Vitale con un trio formato da Alberto Malnati (contrabbasso) e Piergiorgio Marchesini (batteria). Seguirà il Federico Bonifazi All Stars, formazione capitanata da un altro pianista emergente, Federico Bonifazi appunto, e composta da alcuni tra i migliori jazzisti italiani: Emanuele Ciri (sax), Giampaolo Casati (tromba), Gabriele Evangelista (contrabbasso) ed Alfred Kramer (batteria): special guest, in questa occasione, Francesco Cafiso al sax. Chiuderà la serata il quartetto Malnati, Marchesini con Luca Dell’Anna (piano) e Maurizio Ditozzi (sax tenore), che accompagnerà la cantante americana Chris Bennet in uno show dedicato alle canzoni della sua terra.

Giovedì 17 agosto si accenderà il concerto di una formazione entrata nella leggenda: gli Earth Wind and Fire featuring Al McKay. In questo caso sarà impossibile rimanere incollati alle sedie e non alzarsi a ballare.

Il 18 agosto si tornerà ad atmosfere più intime ed introspettive col nuovo quartetto di Tom Harrell, con Mark Turner (sax tenore), Adam Cruz (batteria) ed Ugonna Okegwo (contrabasso). A seguire, la rivisitazione della canzone brasiliana con Ivan Lins ed il suo gruppo, composto da Chiis Wells (batteria), Yuri Daniel (basso) Andre Sarbib (piano) e Claudio Ribeiro (percussioni).

Sabato 19 agosto un’altra grande serata, nata in collaborazione con Radio Monte Carlo: in questo caso l’ingresso sarà gratuito. Ad aprire sarà il Combo di Nicola Conte con Daniele Tittarelli (sassofoni), Pietro Lussu (piano) Marco Bardoscia (basso), Dario Congedo (batteria) e la voce di Charlotte Weiss. Seguirà il nuovo progetto di Antonio Faraò, denominato 2Eklektik”, con una virata verso sonorità più fusion e funky. Lo accompagneranno Dario Rosciglione (basso), Enrico Solazzo (tastiere) Gabiele Menotti (batteria) Claudio Campagnol e il veterano Ronnie Jonee alle voci. Ospiti d’ecezione Bireli Lagrene alla chitarra e il rapper londinese Dinamite MC. A chiudere la serata e il Festival sarà Nick the Nightfly in veste di cantante e leader della sua band composta da Amedeo Ariano (batteria) Claudio Colasazza (piano) Francesco Puglisi (contrabbasso e Jenny Popolo (sax).

A corollario dell’evento anche una mostra fotografica dal titolo “Jazzin” visitabile nel museo del Forte di Santa Tecla dal 7 al 20 agosto. Sarà un tuffo in Sanremo e i suoi scorci ma anche un sentito ricordo al musicista Dodo Goya recentemente scomparso. Ad accompagnare la visita un concerto ogni sera diverso con protagonisti i musicisti locali.

La musica a Sanremo è anche solidarietà grazie allo sponsor Unogas che devolverà la sua competenza alla missione Toko Vato in Madagascar.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.