Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, “Rock in the casbah” compie 18 anni tra canzone d’autore e nuove frontiere foto

L'edizione XVIII si terrà dal 2 al 5 agosto a San Costanzo. Sarà anticipata dal 26 al 29 luglio dalla rassegna "Bravo Jazz"con serata dedicata a Dodo Goya

Sanremo. La kermesse più rock del Ponente ligure arriva alla sua 18esima edizione. Dal 2 al 5 agosto “Rock in the casbah” torna ad animare l’anfiteatro di San Costanzo a Sanremo per un “compleanno” graffiante, sorta di traguardo di “maggiore età” che, organizzato dall’associazione “Fare musica” con il contributo del Comune di Sanremo – assessorato al Turismo, cultura e manifestazioni, troverà il suo prologo nella rassegna “Bravo jazz”, dal 26 al 29 luglio sempre nel cuore della Pigna.

Anche quest’anno‘Rock in the casbah’, fedele al suo essere nel tempo, proporrà un perfetto mix tra proposte locali e momenti di grande energia collettiva – spiega il promotore Angelo Giacobbe -. Il nostro imperativo è sempre stato quello di valorizzare socialmente e culturalmente il nostro territorio che consideriamo una sorta di palcoscenico naturale nato in condizioni nefaste e diventato cardine assoluto dell’attività artistica cittadina”.

Quella dei diciotto anni di “Rock in the casbah” sarà una rassegna molto legata alle eccellenze musicali del territorio, un sorta di festa da celebrare in famiglia tra canzone d’autore e nuove frontiere. Del resto, questi furono gli stessi presupposti che l’hanno vista nascere nell’estate del 2000, quando un gruppo di visionari intravide la possibilità di allestire un palco tra i caruggi più alti e impervi della Città vecchia che, creato nello spazio bombardato durante la Seconda Guerra Mondiale, è stato assunto quale atto ideale di ricostruzione e valorizzazione.

Ma chi saranno gli ospiti di questa tanto attesa edizione? Due saranno le headliner protagoniste delle serate del venerdì e del sabato: la freschezza swingata dei Sweet life society e il contrappunto in levare dei Bluebeaters, che saranno ben supportate dalle eccellenze locali:

2 agosto – Nicholas’ groowers – Nomoremario – Running birds
3 agosto – Luca Lanteri – Lucida Crash – Rommates – Dobermann
4 agosto – The seawards – The mad – Sweet life society
5 agosto – Davide Geddo – Bluebeaters (tutti i live cominciano alle ore 21,30)

Il festival del rock sarà anticipato dalla quarta edizione della rassegna “Bravo jazz” che, sempre curata dall’associazione “Fare musica”, con la direzione artistica di Enzo Cioffi, il contributo dell’assessorato al Turismo, cultura e manifestazioni di Sanremo e la collaborazione della “Dem’art”, alzerà il sipario mercoledì 26 luglio con una grande serata dedicata all’indimenticato musicista sanremese Dodo Goya, scomparso lo scorso marzo.

Al tributo, presentato da Freddy Colt, parteciperanno  musicisti jazz, di fama internazionale, cari amici di Dodo: Rosario Bonaccorso, (contrabbasso), Luigi Bonafede (pianoforte / batteria),  Emanuele Cisi (sax tenore), Andrea Dulbecco, (vibrafono) e  Riccardo Zegna (pianoforte). Per l’occasione si formerà anche un ensemble di musicisti locali a lui vicini, formato da : Riccardo Anfosso (chitarra), Martino Biancheri (tromba), Stefano Calcagno (trombone), Enzo Cioffi (batteria), Andrea De Martini (sax tenore)
Davide Laura (violino), Giuliano Raimondo (contrabbasso) e  Livio Zanellato (sax alto e flauto).

Ma non solo musica. Protagoniste della serata saranno anche le parole. Freddy Colt curerà infatti un salottino nel quale  inviterà personalità che racconteranno aneddoti  di vita trascorsa insieme a Dodo, tra questi :Giuseppe Conte e Umberto Germinale. Ci saranno inoltre incursioni  teatrali dell’attore Max Carja, verrà distribuito un numero speciale della rivista “The Mellophonium “ dedicato a Dodo, e proiettati filmati e immagini curate dal Visual Artist Danilo Bestagno.

“Bravo jazz” proseguirà poi giovedì 27 luglio con il “Fulvio albano quartet” , venerdì 28 luglio si esibiranno gli “Ottimo massimo” e a seguire, in memoria del sassofonista Paolo Sapia, gli “Obv crew dj set”. La rassegna si concluderà sabato 29 luglio con il “Chromatic quartet”. Tutte le serate avranno luogo in piazza San Costanzo (ore 21.30, ingresso libero).

” ‘Rock in the casbah’ e ‘Bravo jazz’ – commenta l’assessore Daniela Cassinisono i due appuntamenti musicali di Sanremo oltre che i più storici i più oggettivamente qualificati e di grande pregio. Dietro questi eventi hanno lavorato i migliori operatori musicali della città, il che significa che Sanremo è una città viva, con spazi di innovazione ed aggiornamento. Si tratta inoltre di due eventi graditi per tanti altri motivi. Si rivolgono infatti a un pubblico giovane e hanno l’obiettivo di valorizzare un luogo da noi amato, la Pigna “.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.