Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, “Non avevo intenzione di far male al brigadiere”: pena sospesa al guineano che ha storto il polso a militare

Per il militare lussazione del polso destro e cinque giorni di prognosi

Imperia. Ha patteggiato 6 mesi di reclusione, pena sospesa, Mohamed Cisse, guineano 43enne arrestato la scorsa notte a Sanremo per aver posto resistenza e ferito un carabiniere intervenuto insieme ad alcuni colleghi per sedare una lite che ha visto coinvolti due uomini: lo straniero e un italiano. Il fatto è accaduto intorno all’una di notte nei pressi della nuova stazione ferroviaria. Alla base della lite tra i due uomini ci sarebbero offese rivolte alla compagna dell’italiano.

In Italia dal 2010, il 43enne è residente a Borgo San Dalmazzo ma di fatto vive a Sanremo e si reca alla Caritas per ricevere assistenza e cibo. “Non so cosa sia successo”, ha dichiarato Cisse, “Non volevo fare male al brigadiere. Ero arrabbiato ma non con lui”. L’uomo, incensurato, è apparso questa mattina davanti al giudice Alessia Ceccardi che, accogliendo la richiesta del pm ha convalidato l’arresto senza applicare nessuna misura cautelare.

Il militare ferito nella colluttazione con lo straniero ha riportato la lussazione del polso, ricevendo una prognosi di cinque giorni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.