Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Posizioni organizzative Comune di Imperia, RSU non condivide l’incremento spesa

"L’Amministrazione, con questo atto, va a condizionare pesantemente la distribuzione del Fondo"

Imperia.  Arriva il “no” della Rsu sulla decisione della giunta municipale di Imperia sulle posizioni organizzative del Comune che ha approvato le nuove fasce di retribuzione di posizione e approvato la nuova pesatura delle stesse “P.O.”.

La Rsu, in sostanza, non condivide la scelta operata dalla giunta di incrementare ulteriormente la spesa per Posizioni Organizzative (nel 2016 questa era complessivamente di 167,200 euro).

“L’amministrazione, con questo atto, va a condizionare pesantemente la distribuzione del Fondo per le risorse umane e la produttività dei prossimi tre anni e impegna, a regime, i fondi 2018,2019 e 2020 per una somma complessiva di circa 210.000 euro  (167,880 euro indennità di posizione e fino ad un massimo del 25% in più di indennità di risultato), impedendo di fatto alla contrattazione tra le Parti, di distribuire in maniera equilibrata risorse premianti anche agli altri circa 330 lavoratori dell’Ente che svolgono, anch’essi, la propria parte con impegno e serietà”, spiegano dalla Rsu che ritiene inaccettabile che, “con i fondi destinati ai contratti integrativi bloccati e ridotti ogni anno per legge e, per giunta, decurtati annualmente da un piano di recupero decennale adottato unilateralmente dall’amministrazione, con il contratto nazionale ancora da rinnovare e gli stipendi tabellari bloccati da oltre otto anni, la scelta politica sia invece quella di incrementare, e tanto, una sola voce di spesa che va a retribuire solo 24 di circa 350 posizioni di lavoro, scelta che, di fatto, riduce e addirittura elimina e condiziona di fatto, ogni altra possibile soluzione per riconoscere incentivi anche ai lavoratori non titolari di Posizione organizzativa”.

“Ancora più inaccettabile è, a nostro avviso, che si proceda a bandire la copertura delle nuove posizioni organizzative senza che sia stata effettuata la contrattazione del fondo 2017, fondo del quale manca ancora l’atto di costituzione”, aggiunge la Rsu.

“Il fondo per le risorse umane e la produttività del Comune di Imperia nell’anno 2016 ha consentito di premiare solo 64 lavoratori su circa 350 con le progressioni orizzontali perché a disposizione per tale voce vi erano solo 40.000 euro mentre per i premi di produttività sono rimasti solo 15.342 euro (neanche 50 medi a testa, una somma davvero poco “incentivante”) . Spiace vedere che, nonostante il grande impegno, disponibilità e spesso flessibilità che i lavoratori dell’Ente manifestano giornalmente (non dimentichiamo le gravissime carenze di organico di molti settori e la recente vicenda della chiusura della Biblioteca, a seguito della quale i lavoratori che vi operavano sono stati catapultati ad altri servizi quali lo IAT, il Museo Navale e la Biblioteca Universitaria), gli investimenti economici vengano fatti solo in un senso”, si legge ancora nella nota.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.