Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponte sul Nervia e spiaggia delle Calandre a Ventimiglia, le interrogazioni della consigliera Malivindi

Ha sottolineato l'ammontare della spesa per il ponte ciclopedonale pari a 860 mila euro e chi si debba occupare del rifacimento della spiaggia

Ventimiglia. Durante il consiglio comunale di questa sera sono stati trattati quindici punti all’ordine del giorno. Dopo l’approvazione dei verbali del 27/04/2017 e le comunicazioni del sindaco Enrico Ioculano che ha ricordato tutto ciò che l’amministrazione comunale ha svolto in quest’ultimo mese (conclusione del primo tratto della pista ciclabile, progetto di Cicl-bilità, valorizzazione del centro storico, riapertura della biblioteca Aprosiana, l’apertura dell’info point a Ventimiglia Alta e dell’ufficio IAT nel centro città) e i prossimi appuntamenti (Battaglia dei Fiori per bambini e l’Agosto Medioevale); sono state presentate due interrogazioni dalla consigliera Silvia Malivindi.

La prima riguardava l’ammontare della cifra spesa per il ponte ciclopedonale che verrà costruito sul Nervia. “Non sono soddisfatta dalla risposta datami dall’amministrazione. Ciò che sorprende è che per un ponte leggero siamo arrivati ad 860 mila euro di spese tecniche e consulenzeMi sembrano sproporzionate le cifre. – afferma la consigliera d’opposizione del Movimento 5 Stelle – Perché concentrarsi sul ponte ciclopedonale e non più quello carrabile. Doveva essere la prima opera che doveva portare ad un ponte per l’Aurelia bis. Si è scelto di realizzare solo il ponte ciclopedonale. Quanto costa? Quattro milioni di euro. Dovrebbe costare di meno invece prevede la somma di 860 mila euro: di cui 350.000 euro di progetti e 134.000 euro di consulenze già pagati. Ci sono, inoltre, 380.000 euro di spese tecniche ancora da pagare per direzione lavori e collaudi”.

“E’ stato inoltre ampiamente superato il 10% di importo di spese tecniche finanziabile coi PAR FAS – aggiunge - infatti 155.000 euro di queste costose spese tecniche verranno sostenute dai comuni di Ventimiglia e Camporosso e non dalla Regione. Il comune di Ventimiglia le ha già previste nel bilancio. Serve un riscontro formale dal comune di Camporosso. L’assessore dice di aver ricevuto un riscontro positivo da parte del Comune di Camporosso mentre Cigna ha risposto di non aver finora ricevuto un riscontro formale. Non è dato sapere quando verrà finita l’opera. Ci sono delle problematiche. Il ponte non c’è e i soldi sono già stati spesi”.

La seconda interrogazione invece era incentrata sulla spiaggia delle Calandre. “E’uno degli angoli più suggestivi della città che attira cittadini e non solo. Chi si deve occupare del rifacimento della spiaggia?  – ha domandato la consigliera - Il soggetto dovrebbe essere la società che sta realizzando il porto. In questo momento il materiale, che è stato raccolto, è oggetto di analisi dell’Asl e dell’Arpal, non è dato però sapere quando termineranno le analisi”. L’assessore Gabriele Campagna risponde “Il rifacimento strutturale avverrà nel periodo ottobre maggio”. Malivindi ribatte “Intanto per questo anno la spiaggia non c’è. Propongo che il rifacimento venga rivisto con scrupolo. Non è possibile che venga fatto in quel periodo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.