Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Philippe Daverio è il testimonial al Premio “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria”

Presenterà anche il suo libro “Le stanze dell’armonia”

Sanremo. Philippe Daverio, critico d’arte e scrittore, sarà il “testimonial” della cerimonia di premiazione del Premio Letterario Nazionale “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria” sezione “Narrativa inedita”.

Domenica 30 luglio nel Teatro dell’opera del Casinò alle ore 20.30 dopo la presentazione delle opere finaliste, terrà una lectio magistralis sul suo ultimo libro:” Le stanze dell’armonia. (Rizzoli) La partecipazione del prof. Philippe Daverio alla cerimonia consacra l’importanza dell’evento culturale, che si sta consolidando edizione dopo edizione.

L’anno scorso, infatti, la cerimonia di premiazione avvenne sul prestigioso veliero Amerigo Vespucci a Genova; per l’edizione 2017 il Premio torna nella sua location tradizionale, l’elegante teatro dell’Opera, con una serata dedicata alla bellezza e al mare.

Philippe Daverio, storico dell’arte, incarna l’anilito verso il bello sia nei suoi libri che nelle sue esposizioni e le sue trattazioni. E’ uno studioso di dimensione internazionale, che riesce a trasfondere, con profonda semplicità, l’amore per l’arte e per il bello. L’ultima opera, che presenterà al Casinò, interpreta l’Europa attraverso il suo patrimonio museale, riscoprendo radici e valori comuni, che superano le realtà istituzionali comunitarie.

“La presenza del prof. Philippe Daverio al nostro Premio permette di unire un ulteriore momento esclusivo ad un evento culturale, che riteniamo basilare nella nostra offerta e che vogliamo sostenere per le sue finalità e per il consolidamento dell’immagine aziendale. Siamo certi che il prof. Daverio riscuoterà grande interesse non solo a livello provinciale ma anche tra i vacanzieri della nostra Riviera” – affermano il Cda e il direttore generale - “Con il Premio “Semeria”, altresì, si vuole ricordare e riproporre l’impegno culturale espresso nella nostra storia, coinvolgendo, attraverso la giuria popolare, il pubblico dei Martedì Letterari e le tante realtà cittadine.

Nato per ricordare chi seppe esaltare anche negli anni Ottanta la grande tradizione culturale aziendale, è sinonimo di amore per la letteratura, ribadendo quelle radici culturali, che ci legano al Mare. Nel ringraziare ancora la Marina Italiana per averci ospitato nella passata edizione sul prestigioso veliero Amerigo Vespucci, siamo orgogliosi di raggiungere con una menzione speciale della giuria, un’opera che ricorda la bellezza e l’importanza storica di un’imbarcazione vanto e simbolo dell’Italia nel mondo. Un particolare ringraziamento va altresì a S.E. il signor prefetto, dott.sa Silvana Tizzano, presidente del Comitato d’onore del Premio, per la sua partecipazione, che ci sostiene, a tutto il comitato d’onore e al precedente Cda, che ha permesso la creazione di questo Premio. Esprimiamo il nostro sostegno alla giuria tecnica, nella persona del presidente Matteo Moraglia, per il sempre puntuale svolgimento del Premio, che vede una qualificata partecipazione da tutta Italia, positivo segnale dell’attenzione verso questa competizione letteraria. Le nostre felicitazioni ai finalisti, con l’augurio che, come già accaduto per altri scrittori, l’affermazione al Premio Semeria sia foriera di una appagante espressione letteraria”.

La Giuria Tecnica, presieduta dal dott. Matteo Moraglia, storico ed editore letterario, ha così scelto la terna finalista, enunciata in ordine alfabetico:

Terna finalista

Anna Maria Barini “La vita ritrovata”- La Spezia
Rocco Lentini “Le terre di Malizia” – Reggio Calabria
Ilaria Spes: “ Nella spira di una conchiglia” – Guanzate –Como

“Sia nelle opere di poesie che in quelle di narrativa inedita abbiamo riscontrato una padronanza linguistica e una interessante originalità di contenuti, che ci ha notevolmente impressionato ”- dice il dott. Matteo Moraglia, a nome della giuria- “La Giuria tecnica, considerando analiticamente i diversi testi, ha raggiunto un giudizio unanime, espresso nella terna finalista. Sarà la giuria popolare, il prossimo 30 luglio, a decretare il vincitore. In autunno la giuria tecnica si riunirà nuovamente per emettere il suo giudizio sui libri editi”.

“Abbiamo pubblicato il quarto libro vincitore del Premio “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria”- sottolinea il dott. Fabrizio De Ferrari, presidente della De Ferrari editore – Dopo “L’ amore puro ” di Roberto Pulcini, vincitore della Prima Edizione, la silloge di liriche “ Il Mare all’improvviso” di Nunzio Buono, “Il Mare sopra il cielo” di Ferdinando Scavran, presentiamo la silloge poetica di Assunta Spedicato, segno tangibile dell’importanza e della serietà di questo premio, che sta crescendo e che ci vede fortemente impegnati. Si sta formando una collana dei libri vincitori, diffusi nelle diverse regioni italiane, a promozione del Premio”.

La cerimonia di premiazione si svolgerà domenica 30 luglio alle ore 20.30 nel Teatro dell’Opera del Casinò. Alle ore 20.30 si costituirà la giuria popolare, che esaminerà le tre opere finaliste e voterà in base alla lettura di tre brani scelti e presentati dai finalisti.

Alle ore 21.00 interverrà Philippe Daverio, con la sua prolusione. Al termine verrà presentata l’opera vincitrice della sezione poesia, pubblicata dalla De Ferrari Editore. Verranno comunicati i risultati della votazione della giuria popoare e quindi verrà effettuata la premiazione.

Il Premio Letterario Nazionale è stato intitolato a Antonio Semeria, illustre personalità sanremasca, eccellente professionista, amministratore pubblico, editore, scomparso nel 2011, che nominato presidente del Casinò negli Anni 80, sostenne la nascita de “I Martedì Letterari”, come prosecuzione de “I Lunedì letterari” di Luigi Pastonchi. Semeria promosse le iniziative culturali, ben conscio di come la Casa da Gioco dovesse tutelare e conservare la sua eredità e la sua immagine di salotto letterario e centro ludico.

Il Comitato d’onore del Premio è così composto: presidente S.E. il signor prefetto di Imperia, Silvana Tizzano, il presidente del Tribunale di Imperia, Edoardo Bracco, il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, il contrammiraglio Giovanni Pettorino, l’assessore Regionale alla Cultura Ilaria Cavo, l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino, l’assessore al Turismo e Cultura di Sanremo Daniela Cassini, il Cda del Casinò di Sanremo composto dal presidente Massimo Calvi, consiglieri Elvira Lombardi e Olmo Romeo e dal direttore generale Giancarlo Prestinoni.

La giuria tecnica è così formata: presidente  Matteo Moraglia, editore Leucotea, storico, membri: Elisa Rosa Giangoia, docente, scrittrice, saggista, Michele Marchesiello, scrittore e magistrato, Paola Monzardo, commercialista, Marco Mauro, medico chirurgo, Fabrizio De Ferrari, giornalista ed editore, Marzia Taruffi, responsabile dell’Ufficio Stampa-Cultura della Casa da Gioco, Segretario Generale del Premio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.