Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Microchip, Paita risponde a Toti “Lo scopo del sistema era il controllo dei dipendenti a loro insaputa?”

"Ci interessa sapere nel dettaglio quali procedure sono state seguite per questo servizio e quanto costa davvero”

Più informazioni su

Liguria. In merito alle dichiarazioni di Toti sul caso dei microchip, contenute in un post su Facebook, Raffaella Paita, capogruppo del Pd in Regione Liguria, risponde con un post: “Ho letto una versione comica di ‘Toti il moralizzatore’ che trova normale che ai dipendenti della sanità venga applicato un microchip nelle divise, senza preventiva comunicazione. Allora il vero scopo del sistema era il controllo dei dipendenti a loro insaputa?

Le ambigue dichiarazioni di Toti e la sua precipitosa retromarcia confermerebbero i sospetti. Quanto agli sprechi da una giunta che ha aumentato debito, tasse (scaglioni) e liste d’attesa in sanità non accettiamo lezioni. A proposito: ci interessa sapere nel dettaglio quali procedure sono state seguite per questo servizio e quanto costa davvero” – afferma Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.