Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia Zelig 2017, un mare di applausi per il guerriero della risata Alessandro Bianchi foto

L'attore direttamente da Zelig ha portato in scena gli sketch più amati dal pubblico

Imperia. Il primo appuntamento dell’Imperia Zelig 2017 è partito alla grande, registrando un notevole successo di pubblico. La rassegna di cabaret che, nei 4 appuntamenti, porta, in diverse zone della città, comici molto conosciuti dal pubblico, è  promossa dall’assessorato al Turismo e Manifestazioni nella persona di Simone Vassallo. La direzione artistica della serata di ieri 6 giugno, e delle successive, è stata curata da Eugenio Ripepi, assieme a Matteo Monforte, con la preziosa collaborazione dell’Isah. Il primo appuntamento ha visto come mattatore della serata il comico parmense, ma genovese d’adozione, Alessandro Bianchi.

La sua carriera attoriale nasce infatti sulle tavole del palcoscenico del teatro Stabile di Genova dove si diploma nel 1995. L’anno dopo entra a far parte del gruppo comico dei Cavalli Marci (di cui facevano parte anche Paolo Kessisoglu e Luca Bizzarri) e comincia a partecipare alla trasmissione televisive Mediaset Ciro, il figlio di Target. Da questa prima apparizione televisiva ce ne saranno tante altre nelle trasmissioni più amate e conosciute dal pubblico come Quelli che il calcio, Colordo Cafè, Super Ciro, Matricole&Meteore e, naturalmente Zelig. Sul palco di Imperia, allestito in Calata Cuneo, Bianchi ha interagito con il pubblico, scegliendo, proprio dalla platea, alcune persone che lo hanno aiutato a realizzare sketch esilaranti.

Ha inoltre portato in scena i suoi cavalli di battaglia, come il capitano Achille Mosconi, il maestro dello yoga quotidiano e il diplomatico russo l’onorevole Lesc Dubrov. Nel 2012 è stato attore per il cinema nella pellicola “Workers-Pronti a tutto”, che tratta il tema del precariato”dove Bianchi interpreta il ruolo di Sandro, proprietario di un’agenzia interinale dove si susseguono svariati personaggi pittoreschi e disoccupati a caccia di un impiego e pronti a tutto pur di ricoprirlo “Bisogna non scoraggiarsi anche in queste situazioni, così un po’ difficili-afferma il comico- l’importante è insistere non arrendersi, lottare, perché chi si ferma è perduto e affonda, bisogna soprattutto familiarizzare con il proprio dolore, e perché no affrontare un problema con il sorriso, perché ridere non passa mai, colora il mondo ed è l’emozione più bella“. Alessandro Bianchi è anche un componente del gruppo teatrale “Pirati dei Carrugi”, con Enrique Balbontin, Fabrizio Casalino, Andrea Ceccon, gli ideatori del tromentone #ciaomilano, e a fine spettacolo ha regalato al pubblico un nuova canzone legata a questa gag che da mesi spopola sui social.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.