Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, “Mare sicuro 2017″: scattano le prime sanzioni

Sanremese viaggiava a velocità doppia rispetto al limite

Imperia. Al via l’operazione “Mare Sicuro 2017” della guardia costiera che vede impegnati anche per questa stagione estiva gli uomini e le donne del compartimento marittimo di Imperia, al comando del capitano di fregata Luciano Pischedda.

Intensificati i controlli sia a mare che a terra, al fine di assicurare la corretta fruizione del mare e l’ordinato svolgimento delle relative attività ludiche e produttive, prevenire e reprimere le condotte illecite che potenzialmente possano rappresentare un pericolo per le persone, per l’ecosistema marino, per il patrimonio marino e per le risorse ittiche.

A circa dieci giorni dall’apertura dell’operazione mare sicuro sono già state elevate le prime sanzioni nei confronti di alcune strutture balneari per l’inosservanza delle prescrizioni relative alla presenza dei bagnini e per la mancanza delle previste dotazioni di pronto soccorso utili per i primi e tempestivi interventi. Dopo il controllo eseguito dai militari, ai titolari delle strutture è stato elevato un verbale da 1032 euro per violazione dell’ordinanza di sicurezza balneare.

Durante l’ultimo weekend inoltre, con l’ausilio della strumentazione elettronica impiegata dalla sala operativa della capitaneria di porto di Imperia, è stata rilevata e quindi sanzionata un’unità da diporto, intenta a navigare all’interno della fascia di mare dei 1000 metri dalla costa, ad una velocità pari al doppio di quella consentita (23 nodi anziché dei 10 nodi consentiti). Il conduttore dell’unità, un sanremese di 37 anni, ha pagato il verbale contestato dai militari di 344 euro.

“Rispettare il limite di velocità di 10 nodi stabilito nella fascia di mare dei 1000 metri dalla costa – dichiara il comandante della capitaneria di porto di Imperia, capitano di fregata Luciano Pischedda – è di fondamentale importanza, per garantire la sicurezza di tutti gli utenti del mare. La velocità sostenuta diminuisce i tempi di reazione e può essere la causa di gravi incidenti con altre unità o con dei sub”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.