Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I pergolati d’uva fragola (meella) come simbolo di “cervesità” sulle terrazze di Cervo: relax, fari e periscopi

Una ricerca continua delle bellezze nel borgo marinaro apprezzato in ogni angolo del mondo

Più informazioni su

Cervo. A Cervo è naturale scorgere, alzando lo sguardo nel primo angolo d’azzurro cielo, un tralcio di vite fruttato di un grappolo d’uva nera fragola dal pampino verde. Questo tralcio è sostenuto da un suo fusto o ceppo o tronco, fondato su un carruggio e accollato ad un muro.
Un tronco che ha un aspetto contorto come le braccia dei suoi marinai ed è avvolto dal ritidoma che si sfalda mentre, a guisa d’anguilla, raggiunge un terrazzo che poi veste di verde. Un pergolato naturale e sobrio, ripreso anche negli affreschi del palazzo Viale. Cervo di fatto ha anche questo simbolo: la vite.

Essa rappresenta l’agricoltura che con la pesca del corallo, rappresentano le due attività storiche e tradizionali dei Cervesi. Si possono considerare uno stemma, da incastonare nel pregiato mosaico della pavimentazione della sua storia. Un valore culturale riassunto dal Museo Etnografico, testimone ricco della vita dei Cervesi. La vite è anche quella classica figura legata all’olmo, albero che, non dando frutti, fa da palo quale simbolo del servo che nella sua umiltà, partecipa all’opera di Cristo-vite (Erma, pastore Sim. 11,2).

La vite, l’àmpelos pagano, nato con il sorgere delle credenze dionisiache e divulgato con i “misteri” bacchici, nel cristianesimo si sviluppa in forme e concetti diversi: sulla Scrittura prima e sui Padri e la liturgia poi. Il vino è nella scrittura simbolo di gioia (Ps. 104; Qo. 9,7) e di tutti i doni in genere che Dio elargisce all’uomo (Gn. 27,28). Figura, inoltre, come “bevanda di vita e d’immortalità”, presso anche gli altri popoli antichi. Da qui un’interpretazione ebrea sull’albero dell’Eden come una vite.

Nel pragmatismo dei Cervesi la scelta dell’uva fragola è dovuta al fatto che non necessita di particolari trattamenti antiparassitari. Tra l’altro sia le varietà bianche, sia quelle nere, crescono bene in ogni terreno, purché soleggiato. Il nome deriva dall’inconfondibile sapore di fragola.
I Cervesi hanno coniugato utile a dilettevole. Utile, trasformando le loro terrazze, poste in luogo dei tetti, in un giardino attrezzato con un pergolato, sopra il quale l’uva scorre molto bene, creando una zona sottostante di ombra ideale per ripararsi dal caldo estivo. Dilettevole, potendo da quelle posizioni strategiche osservare il meraviglioso panorama, circumnavigando con lo sguardo, come si può fare con un periscopio.

Inoltre l’uva fragola ha un uso medicinale particolare: gli estratti delle foglie hanno proprietà antinfiammatorie e sono protettrici dei capillari sanguigni, utili per le affezioni venose. In particolare l’aceto, opportunamente diluito, si impiega per lavare ferite, fare impacchi sulle contusioni, ottenere lozioni di bellezza. Il suo odore intenso stimola i centri nervosi e favorisce la ripresa di chi ha perso conoscenza. Come già detto, questa pianta non necessita di trattamenti chimici, né di concimi, per cui è a tutti gli effetti un’uva completamente biologica.

In conclusione abbiamo appreso una ennesima lezione dai nostri antenati che hanno saputo realizzare, con poche parole e concetti semplici e alla portata di tutti, uno sviluppo eco sostenibile ante litteram.

Una esperienza “I pergolati d’uva fragola sulle terrazze di Cervo IM di relax, fari e periscopi” viva e davvero utile ed importante. Ed in questo caso è proprio vero ciò che dicono i liguri sulla vite fragola di cui non buttano via niente, perché “non si sa mai” che oltre a conservarla, non si possa replicare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.