Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giornata Mondiale dell’Amicizia. La psicologa Zinellu “Un valore trasformato dai social ma non solo”

Il significato di un sentimento oggi inflazionato da quel ‘chiedere l’amicizia’ con un click

Provincia di Imperia. “Se usati bene i social possono essere validi per creare rete e sentirsi meno soli. Ma troppo spesso più che l’amicizia si tratta di chiedere l’accesso ai profili altrui, non certo al sentimento e alla reale condivisione d’interessi ed emozioni”. A sostenerlo è Antonella Zinellu, psicologa Asl1 Imperiese che oggi, nella Giornata Mondiale dell’Amicizia, riflette su come la rivoluzione dei social stia portando molti a domandarsi se quel ‘chiedere l’amicizia’ con un semplice click non abbia ‘inflazionato’ l’autentico significato di un sentimento così importante per l’individuo. 

Ma attenzione, la trasformazione dell’amicizia risale a ben prima dell’avvento dei social. Da sentimento formalizzato ad affettività più fisica e confidenziale. “Una volta, infatti, le famiglie tendevano ad essere auto centrali anche rispetto a quest’emozione. Soprattutto nei paesi  esistevano le conoscenze e si vivevano situazioni di gruppo come le feste di borgata. Ma l’amicizia in quanto tale non era sentita come importante. Tutto era formalizzato. Questo succedeva soprattutto negli adulti mentre, in effetti, nei bambini c’era di più una sorta di appartenenza al gruppo dei coetanei”. 

La metamorfosi sociale degli ultimi decenni ha invece visto l’esplosione della scoperta della libertà di espressione, anche sul piano fisico, quella che ha permesso ai bambini di sentirsi più sciolti e liberi di abbracciare l’amichetto. Anche nei rapporti individuali tra adulti, l’amicizia nata da piccoli rimane come pietra miliare nella nostra storia emotiva. 

Se è comunque vero che in questo tempo in cui tutto e tutti vanno di corsa, si riesce meno a sviscerare la profondità individuale, nella quotidianità l’amicizia gioca un ruolo assai determinante nella scala dei valori. “Al di là degli affetti familiari, una cerchia di amici fidati permette di creare una rete di supporto, sia per condividere momenti piacevoli che situazioni difficili, nei quali il senso della presenza diventa sostegno morale”. Una consapevolezza di tale valore che è stata per questo messa in luce dall’ONU che, dal 2011, ha deciso di dedicarle una giornata mondiale. Perché se gli uomini sapranno essere finalmente tutti amici, lo saranno anche i popoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.