Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Domenica 9 luglio un trekking letterario in omaggio al plenilunio

Incontri con gli autori a San Lorenzo al Mare

San Lorenzo al Mare.“Due parole in riva al mare”, rassegna letteraria a San Lorenzo al Mare, entra nel vivo domenica 9 luglio con la seconda edizione del trekking letterario in compagnia di Barbara Campanini, guida naturalistica. Protagonista dell’atteso appuntamento, che già nel 2016 ha registrato un record di partecipanti, sarà il poeta e libraio novarese Alessandro Barbaglia, autore di “La locanda dell’ultima solitudine” (Mondadori).

L’esordio letterario di Barbaglia, in gara per il premio Bancarella (la cui finale 2017 è prevista per il 16 luglio) è un testo dalla scrittura lieve e pervaso di poesia, che prende vita tra giochi linguistici, pennellate surreali e grande tenerezza, per raccontare una splendida e unica storia d’amore. La serata del trekking letterario omaggerà il plenilunio di luglio – il pleniluglio, come ha scherzato l’autore sui social -, un appuntamento romantico e suggestivo come il romanzo di Barbaglia, per scoprire insieme le bellezze della natura e della scrittura. Il percorso, in partenza alle 18.15 dal lungomare di San Lorenzo e con durata prevista di circa quattro ore, si svilupperà alla scoperta del cosiddetto Anello di Cipressa. Salirà dunque verso Lingueglietta, paese tra i “borghi più belli d’Italia”, permettendo di scoprire l’antica roccaforte dei Conti di Linguilia con la suggestiva chiesa fortezza di San Pietro, le antiche misure del mercato medievale, i tipici carruggi liguri. Attraversando il conteso borgo di Costa dei Raineri si farà poi una sosta a Sant’Antonio: la chiesa in tempi remoti era il nucleo devozionale delle popolazioni della zona. Durante il percorso si alterneranno brani live suonati da Carlot-ta, cantautrice che ha realizzato la colonna sonora del booktrailer del libro, mentre l’autore leggerà alcuni brani tratti da “La locanda dell’ultima solitudine”, un ristorante speciale, luogo immaginario costruito su uno sperone di roccia che affaccia proprio sul Mar Ligure.

Non a caso il percorso del trekking si snoda nella tipica macchia mediterranea, circondato dalle ginestre e pinete, con viste mozzafiato sul mare disegnato dai giochi di luce della luna. Scendendo, si attraverserà anche il parco dell’ex ospedale Novaro di Costarainera, di recente interessato da un recupero e valorizzazione grazie al progetto europeo legato ad Alcoltra “Jardival”, che tutela i parchi di particolare interesse naturalistico e storico nella zona di confine ItaliaFrancia. Il ritorno a San Lorenzo avverrà costeggiando la pista ciclabile su uno dei pochi tratti ancora intatti di scogliera. Al rientro, previsto per le 22.30, sosta presso il ristorante convenzionato per degustare un piccolo cocktail con stuzzichini, con possibilità di acquistare il libro con dedica dello scrittore. L’intero percorso ha un dislivello di 350 metri e una difficoltà di tipo E, sono consigliati come equipaggiamento scarponcini con buona suola, una bottiglietta d’acqua, torcia, bastoncini da trekking.

Per tutte le informazioni, Barbara – 3467944194. “La locanda dell’ultima solitudine” Libero e Viola si stanno cercando. Ancora non si conoscono, ma questo è solo un dettaglio… Nel 2007 Libero ha prenotato un tavolo alla Locanda dell’Ultima Solitudine, per dieci anni dopo. Ed è certo che, lì e solo lì, in quella locanda tutta di legno arroccata sul mare, la sua vita cambierà. L’importante è saper aspettare, ed essere certi che “se qualcosa nella vita non arriva è perché non l’hai aspettato abbastanza, non perché sia sbagliato aspettarlo”. Anche Viola aspetta: la forza di andarsene. Bisogno, il minuscolo paese in cui abita da sola con la madre dopo che il padre è misteriosamente scomparso, le sta stretto, e il desiderio di nuovi orizzonti si fa prepotente. Intanto però il lavoro non le manca, la collina di Bisogno è costellata di fiori scordati e le donne della famiglia di Viola, che portano tutte un nome floreale, si tramandano da generazioni il compito di accordarli, perché un fiore scordato è triste come un ricordo appassito.

Libero vive invece in una grande città, in una casa con le pareti dipinte di blu, quasi del tutto vuota. Tranne che per un baule: imponente, bianco. Un baule che sembra un forziere, e che in effetti custodisce un tesoro, la mappa che consente di seguire i propri sogni. Quei sogni che, secondo l’insegnamento della nonna di Viola, vanno seminati d’inverno. Perché se resistono al gelo e al vento, in primavera sbocciano splendidi e forti. Ed è allora che bisogna accordarli, perché i sogni bisogna sempre curarli, senza abbandonarli mai. Libero e Viola cercano ognuno il proprio posto nel mondo, e nel farlo si sfiorano, come due isole lontane che per l’istante di un’onda si trovano dentro lo stesso azzurro. E che sia il mare o il cielo non importa.

La Locanda dell’Ultima Solitudine sorge proprio dove il cielo bacia il mare e lo scoglio gioca a dividerli. La Locanda dell’Ultima Solitudine sta dove il destino scrive le sue storie. Chi non ha fretta di arrivarci, una volta lì può leggerle. Come fossero vita. Come fossero morte. Come fossero amore. “Due parole in riva al mare” proseguirà con il suo ricco calendario mercoledì 12 luglio in compagnia del volto noto di tv e teatro Cesare Bocci (il Mimì Augello della fiction sul Commissario Montalbano), che insieme alla compagna presenterà “Pesce d’aprile. Lo scherzo del destino che ci ha reso più forti” (Sperling & Kupfer). Con gli autori dialogherà Laura Amoretti, Consigliera Regionale e Provinciale di Parità. La serata sarà arricchita dall’accompagnamento musicale di Mauro Vero e dalle letture degli attori del Teatro dell’Albero di San Lorenzo al Mare. Prenderà vita invece venerdì 14 luglio il programma pensato per i più piccoli, con laboratori filosofici e letture, nella Sala Beckett del Teatro dell’Albero: Filosofiacoibambini, a cura di Sara Nakchi, sarà un doppio appuntamento laboratoriale alle 19.30 per i bambini di 4/5 anni, e alle 20.30 per quelli di 6/10 anni. Gli incontri – tutti gratuiti, nella piazza del paese – proseguiranno ogni mercoledì, fino al 30 agosto, per chiacchierare scoprendo storie ed entrando nel laboratorio dello scrittore. Il programma dell’edizione 2017 si contraddistingue per la sua versatilità, offrendo un ventaglio di proposte e incontri adatti a ogni pubblico con romanzo rosa, humor, ma anche storia gialla, racconti di maternità, testimonianze di vita, narrazioni di viaggio. In caso di maltempo, gli incontri si svolgeranno presso il Teatro dell’Albero, nella sala-teatro Samuel Beckett di San Lorenzo al Mare.

Si ringraziano: Il Veliero di Isa e Paolo, U Nustromu di San Lorenzo al Mare, che offriranno la cena agli scrittori, il Mobilificio Denegri per l’allestimento del salotto letterario, l’Hotel Riviera dei Fiori, la scuola di Musica Pantarei e gli sponsor Il Veliero, U Nustromu, Bar La Playa, edicola al mare di Stefania Cantino, Vivaio la Rivierasca, Estetica Silvia Red, Il giardino di Magdala, Cave Littardi, Banca Desio, Agenzia Immobiliare San Lorenzo al Mare, Frantoio Ulivi di Liguria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.