Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Con “Le terre di malizia” Rocco Lentini vince il premio letterario del Casinò di Sanremo “Antonio Semeria” foto

Prestigioso testimonial il critico e storico dell’arte Philippe Daverio, che ha incantato e interessato amabilmente, trasportando gli spettatori in un viaggio culturale attraverso l’Europa unita della cultura

Sanremo. In un teatro dell’Opera del Casinò affollato e partecipe si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Letterario nazionale “Casinò di Sanremo –Antonio Semeria” sezione “Narrativa inedita”. Prestigioso testimonial il critico e storico dell’arte Philippe Daverio, che ha incantato e interessato amabilmente, trasportando gli spettatori in un viaggio culturale attraverso l’Europa unita della cultura .

La giuria popolare ha decretato, con il suo voto a scrutinio segreto, la vittoria del libro “Le terre di malizia” di Rocco Lentini, scrittore di Reggio Calabria, giunto in finale anche  nell’edizione 2016. Il libro verrà pubblicato dalla Casa editrice De Ferrari e verrà presentato nella cerimonia relativa alla sezione di Poesia 2018. Il secondo posto è andato a “La vita ritrovata” di Anna Maria Barini residente a La Spezia e quindi terzo piazzamento per Ilaria Spes, residente in provincia di Como,  con il volume “Nella spira di una conchiglia”.

Due i premi  attribuiti  dalla giuria tecnica: menzione  speciale  della giuria  all’ufficio storico della Marina militare per il volume “Obbiettivo Grande Guerra” e Menzione d’onore della giuria alla Marina Militare per il  volume  “Ieri oggi domani 1931-2916 nave scuola Amerigo Vespucci” entrambi ritirati dal capitano di vascello, Silvano Benedetti,  direttore del Museo Tecnico Navale di La Spezia in rappresentanza della Marina Militare.

“ Ancora una volta le fasi finali del nostro Premio hanno trasmesso emozioni e hanno cementato il rapporto tra il Casinò, la città di Sanremo e tutti coloro che aprezzano momenti culturali di grande levatura. La presenza del prof. Philippe Daverio ha collocato la serata su  un piano internazionale, conducendo tutti i partecipanti  in un originale viaggio all’intero dell’Arte come elemento di coesione europeista.” afferma il consigliere Olmo Romeo, vicepresidente di Federgioco- “ Esprimo le felicitazioni di tutto il Cda al vincitore, ma anche ai finalisti, per il piazzamento raggiunto e per la profondità dei lavori presentati. Abbiamo, inoltre, potuto ammirare con il Capitano di Vascello Silvano Benedetti  il libro dedicato al veliero Amerigo Vespucci, che l’anno scorso ha ospitato la nostra cerimonia di premiazione e il libro “Obbiettivo Grande Guerra” edito dall’Ufficio Storico della Marina Italiana. Si tratta di due opere di grande pregio, che hanno meritato le menzioni della giuria tecnica,presieduta dal dott. Matteo Moraglia,  che ha svolto con grande precisione il suo compito.  Un particolare plauso va alla giuria popolare che con grande attenzione ha espresso il suo insindacabile giudizio. Concludo rinnovando i ringraziamenti di tutto il Cda  a S.E. il signor Prefetto,  Dott.sa Silvana Tizzano, Presidente del Comitato d’onore del Premio, per il suo sostegno e  a tutto il prestigioso comitato d’onore di un Premio che vuol essere un palcoscenico aperto per gli scrittori emergenti, cementando la sua presenza nel panorama culturale. Do l’appuntamento a tutti alla quarta edizione del nostro premio Letterario, che completa l’offerta culturale della nostra Azienda.”

Durante la serata è stato illustrato  il volume di poesia “Ubriaco di vita i mier giorni”(De Ferrari Editore) di Assunta Spedicato, vincitrice della sezione “Poesia” 2017 del Premio letterario nazionale “Casinò di Sanremo – Antonio Semeria”

La cerimonia di premiazione ha visto la partecipazione di S.E. il signor Prefetto della provincia di Imperia, Dott.sa Silvana Tizzano , presidente del Comitato d’onore del Premio, e del Prof. Philippe Daverio, che hanno consegnato la targa del primo posto al vincitore, alla presenza dei consiglieri del Cda del Casinò, Avv. Elvira Lombardi e  Olmo Romeo, Vicepresidente di Federgioco, che in apertrura ha portato il saluto del Casinò di Sanremo.

L’assessore al Turismo, cultura e manifestazioni, Daniela Cassini, ha portato il saluto del Comune di Sanremo.

Hanno, inoltre, consegnato i diversi riconoscimenti il presidente del Tribunale di Imperia, Edoardo Bracco, componente del Comitato d’onore, il Francesco De Nicola.  Era presente Gianfranco De Ferrari, presidente onoraria della Casa editrice De Ferrari che pubblica i libri vincitori del Premio letterario nazionale “Casinò di Sanremo-Antonio Semeria”.

Questa la composizione delle giurie : Il Comitato d’onore del Premio è così composto: presidente Prefetto di Imperia Silvana Tizzano, sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, contrammiraglio Giovanni Pettorino, l’assessore regionale alla Cultura, Ilaria Cavo, l’assessore regionale al Turismo  Gianni Berrino, l’assessore al Turismo e Cultura di Sanremo, Daniela Cassini, Francesco De Nicola,  il Cda del Casinò di Sanremo composto dal presidente Massimo Calvi, consiglieri Elvira Lombardi e Olmo Romeo e dal direttore generale Giancarlo Prestinoni.

La giuria tecnica è  così formata: presidente Matteo Moraglia, editore Leucotea, storico, membri: Elisa Rosa Giangoia, docente, scrittrice, saggista,  Michele  Marchesiello, scrittore e  magistrato,  Paola Monzardo, commercialista,  Marco Mauro, medico chirurgo,  Fabrizio De Ferrari, giornalista ed editore, Marzia Taruffi, responsabile dell’Ufficio stampa-cultura della casa da Gioco,   segretario generale del Premio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.