Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Allarme furti a Imperia, nel mirino anche un alloggio vicino al tribunale di via XXVAprile

Nel mirino dei ladri ci sono soprattutto due tipologie di bersaglio: ville e abitazioni incustodite magari in collina o in campagna e non solo in città

Più informazioni su

Imperia. Torna l’allarme furti in alloggio. L’ultima segnalazione in ordine di tempo arriva da un condominio di via XXV Aprile, poco distante dal Tribunale. Sabato sera, poco prima delle 20, approfittando dell’assenza dei proprietari, una coppia di malviventi – quasi certamente nomadi, stando alla ricostruzione di alcuni testimoni che li ha visti fuggire – ha cercato di introdursi all’interno di un’abitazione. “Lei era vestita di bianco, incinta, capelli lunghi neri, indossava un abito lungo colorato, a fiori”, hanno raccontato a Riviera24.it

Con l’ondata di caldo degli ultimi giorni, nel tentativo di arieggiare la casa e rendere l’afa più sopportabile, c’è la tendenza in chi abita in centro di lasciare finestre e balconi aperti. Una necessità che, però, diventa un “invito” troppo appetibile per i soliti ignoti, sempre pronti a entrare in azione.

I consigli delle forze dell’ordine sono sempre gli stessi: installare un buon sistema antifurto (quelli di ultima generazione sono altamente sofisticati e con una spesa abbordabile sono in grado di massimare la sicurezza anche quando l’assenza è prolungata) e sensori perimetrali che permettono di fermare i malintenzionati prima che si avvicinino agli accessi principali dell’abitazione, non comunicare su Fb e sui social vacanze e programmi di viaggio (rappresentano un potenziale bacino di informazioni preziose per i malintenzionati), nascondere bene i preziosi (cassaforte o giacigli intelligenti: da evitare armadi, cassetti, letti, quadri e interni dei vasi ma preferire recipienti della cucina o la camera dei bambini).

Nel mirino dei ladri ci sono soprattutto due tipologie di bersaglio: ville e abitazioni incustodite magari in collina o in campagna, abitazioni prive di un impianto antintrusione (sempre bene applicare bene in vista i cartelli deterrenti) o facilmente raggiungibili perché per esempio ubicate ai piani più bassi degli edifici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.