Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al via la seconda giornata del “Festival del libro e degli scrittori” a Santo Stefano

Tutto il programma

Santo Stefano al mare. Nella seconda giornata del Festival del libro e degli scrittori liguri di Santo Stefano al mare, apertosi ieri con un ottimo riscontro da parte del pubblico, sono in programma anche diversi incontri e conferenze.

Si parte alle 10, in via Roma, con il secondo appuntamento con il Laboratorio di scrittura creativa a cura di Davide Bergo dedicato ai più giovani.

Alle 11, in piazza Cavour, il prof. Giuseppe Garibaldi terrà una conferenza dal titolo “Divagazioni tra toponomastica e onomastica, in lingua e in dialetto. Come persone e luoghi si sono vicendevolmente influenzati nel tempo”. Nato a Genova nel 1938, laureato in lettere moderne all’Università di Genova, Giuseppe Garibaldi è stato docente di geografia per un trentennio nell’Istituto nautico di Imperia, presidente dell’Associazione insegnanti di geografia (sez. di Imperia) dal 1981; è autore di libri (8) e articoli (oltre 200) di interesse geografico.

Alle 11.30, in piazza Scovazzi, Mirco Rossato, della delegazione di Imperia dell’A.i.s. (Associazione italiana Sommelier), guiderà i presenti in una degustazione di vini liguri.

Nel pomeriggio, alle 15 in piazza Cavour, il vicesindaco di Santo Stefano al mare dott.sa Francesca Notari curerà l’incontro a tema ambientale “Mediterraneo da salvare”, dedicato alla gestione e alla salvaguardia delle risorse marine del “Mare Nostrum”. Francesca Notari è nata a Torino nel 1986. Appassionata di mare fin da piccola, ha preso contatto con la subacquea a 16 anni e da allora ha ridotto sempre più i momenti fuori dall’acqua, ottenendo nel 2009 il brevetto di istruttore subacqueo. Nel 2011 ha conseguito la Laurea Magistrale in Biologia Marina presso l’Università Politecnica delle Marche. Nel 2013, insieme a Beatrice Rivoira, ha pubblicato “Biodiving – Ambienti e organismi del Mediterraneo” edito da Magenes. Dal 2015 fa parte dell’amministrazione comunale di S. Stefano al mare e dal 2016 ricopre la carica di vicesindaco.

Alle 18, in piazza Scovazzi, sarà possibile assistere alla conferenza della dott.sa Roberta Rota dal titolo “I colori delle emozioni, i colori della nostra vita, un seminario per esplorare noi stessi, il mondo che ci circonda e come i colori influenzano il nostro sentire. La dottoressa Roberta Rota è una pedagogista specializzata e perfezionata in pedagogia clinica, conseling e formazione dell’uomo presso l’Università di Genova ed esperto in sostegno all’apprendimento: strumenti di valutazione e di intervento presso l’Università di Pavia. Nei suoi studi ha acquisito esperienza sugli aspetti emotivo-relazionali e cognitivi della formazione e dell’educazione dell’uomo, accogliendo, orientando e affiancando le persone a fronteggiare i cambiamenti di equilibrio nel sistema vita.

Ancora le emozioni saranno protagoniste della conferenza “Dal ciclone alla brezza leggera: Un ponte dal dolore alla felicità” a cura di Franca Soracco Mazzei, alle 19 in piazza Baden Powell. Nata a Sanremo il nel 1950, ex-insegnante di Lettere, si occupa oggi a tempo pieno dei suoi 4 figli e 5 nipoti. Arriva alla scrittura in età adulta, spinta da eventi forti, lieti come la nascita dei figli, ma anche tristi come la perdita di Paolo, il terzogenito. Non accetta la definizione di scrittura come “puro sfogo” dei suoi stati d’animo, ma “condivisione” di quanto la vita insegna, come incoraggiamento collettivo a chi vuole sentirsi in cordata. Quindi, mentre le sue pagine sono sempre strettamente “personali”, hanno anche la capacità di dare voce a sentimenti, speranze, preghiere che tutti nutriamo, spesso senza riuscire ad esprimerle a parole. Per questo leggere i suoi scritti è spesso riconoscersi. Entra con coraggio e sincerità nel buio che può attraversare l’anima, ma ne esce sempre con un sorriso. Quale il suo “segreto”? la certezza che si può passare “dal ciclone alla brezza leggera” solo tenendoci per mano. Con Antea Edizioni ha pubblicato le seguenti opere: Fra il ponte e l’ acqua – Testimonianze di vita e di Fede e Dal ciclone alla brezza leggera.

Sempre alle 19 ma in piazza Cavour,si terrà la conferenza con degustazione di Olio d’Oliva Extravergine: “Essenza di Liguria” a cura di Milko Druetti e Fabrizio Vignolini.

Alle 18 invece in piazza Cavour, misteri, enigmi, storie al limite del paranormale che percorrono la Liguria da una valle all’altra, dal mare all’entroterra, con Luca Valentini e il suo libro “Misteri di Liguria”. L’incontro sarà condotto dalla giornalista e regista teatrale Simonetta Vandone.

Tratto dal programma radiofonico omonimo, Misteri di Liguria (recentemente edito dalla Atene Edizioni) è un intrigante viaggio alla scoperta di personaggi curiosi come il  “ventimigliese” Voronoff alla ricerca dell’elisir di lunga vita, di vicende straordinarie ed oscure, dagli studi varazzini sulla cronovisione di don Luigi Borello ai processi trioresi di fine Cinquecento per stregoneria. Antiche leggende di mistici, veggenti, demoni, fantasmi e statue miracolose, enigmi irrisolti, a caccia di alieni, dischi volanti e creature misteriose nel mare, nel cielo e nei fitti boschi dell’entroterra ligure, immersi nell’atmosfera magica di un territorio ricco di tradizioni affascinanti e spesso dimenticate. Storie in cui il confine tra realtà e fantasia appare sempre più sottile. Ma Valentini riesce ad addentrarsi in questi misteri con spirito scientifico, separando con  cura i fatti dimostrabili dalla mitologia attraverso una lunga attività di ricerca rigorosa svolta con il supporto di testimonianze dirette, documenti e indagini sui luoghi teatro dei fenomeni, facendo attenzione a non scivolare mai nella pseudoscienza.

Luca Valentini è nato a Milano nel 1970; diplomato all’Istituto Statale d’Arte di Imperia, ha trascorso gli ultimi quarant’anni in Liguria dividendo il suo tempo tra gli studi, le attività artistiche, e la professione di speaker e presentatore per diverse emittenti radiofoniche locali dove, tra gli altri, ha ideato e condotto il programma “Misteri di Liguria” dal quale è tratto il libro. Da anni svolge ricerche legate alla storia, le tradizioni e gli enigmi. Ha scritto per diverse testate Online occupandosi di cultura, spettacolo e politica locale, partecipato a vari programmi tv e curato la direzione artistica di dozzine di eventi e manifestazioni.

Alle 21, inoltre, sempre in Piazza Cavour, Luca Valentini sarà relatore della presentazione del libro “L’avventura del Colosseo” (Piemme) del superospite del Festival del Libro Massimo Polidoro. Scrittore, giornalista e “indagatore dell’insolito” Massimo Polidoro è considerato uno dei maggiori esperti internazionali nel campo del mistero e della psicologia dell’insolito. Co-fondatore (insieme a personaggi del calibro di Piero Angela, Umberto Eco, Margherita Hack) e segretario del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze), dal 1989 conduce indagini, ricerche e sperimentazioni su fenomeni misteriosi, che l’hanno portato a girare il mondo in cerca della verità. Polidoro è anche autore di centinaia articoli e oltre quaranta libri,  ultimo dei quali “L’avventura del Colosseo” . L’Anfiteatro Flavio, universalmente conosciuto con il nome di Colosseo, per quattrocento anni fu il simbolo maestoso e cruento di un impero che si credeva eterno. E continuò a svettare anche quando, tra guerre e saccheggi, le illusioni crollarono, come un monito alla caducità delle ambizioni umane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.