Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Abbandonati nella notte in stazione a Imperia perché il pullman è passato in anticipo

Pendolari infuriati hanno già protestato con la direzione regionale e nazionale di Trenitalia per l'ennesimo disservizio

Imperia. Quando sono arrivati in stazione alle 4.40 aspettavano il pullman sostitutivo delle 4.45 per raggiungere Albenga e salire sull’Intercity che li avrebbe portati al posto di lavoro. E invece il bus è passato addirittura in anticipo. Risultato? Pendolari appiedati costretti a trasformarsi in maratoneti, prendere l’auto e come Vettel o Hamilton raggiungere in tempo la stazione di Albenga per non perdere il treno.

E’ l’odissea capitata ad alcuni pendolari questa mattina in stazione a Imperia che ha sollevato nuove proteste da parte del Comitato utenti Trenitalia del ponente che ha immediatamente scritto una email di fuoco alla direzione nazionale e regionale Fs. “Il servizio messo in piedi dall’azienda, ancora una volta, si è dimostrato un disastro e i pendolari hanno subito passivamente un disagio e questo non possiamo accettarlo”, dice Sebastiano Lopes, portavoce del Comitato.

E qualcosa del genere era già accaduto nei giorni scorsi alla stazione ferroviaria di Albenga. Abbandonati nella notte dopo essere scesi dall’Intercity Milano-Ventimiglia che aveva finito la corsa ad Albenga, bloccato a causa dei lavori sulla tratta ferroviaria dell’estremo ponente. In questo caso Trenitalia e il personale sul treno avevano avvertito i viaggiatori che un servizio sostitutivo di pullman sarebbe stato allestito dalla stazione di Albenga per portarli a destinazione. Ma una volta scesi dal convoglio alla stazione di Albenga, poco prima dell’una, si sono accorti che il pullman promesso non c’era. Hanno quindi avvertito le forze dell’ordine. Hanno raggiunto casa con otto taxi.

Questa la giustificazione dell’inconveniente fornita da Trenitalia attraverso l’ufficio stampa: “Purtroppo tutto è stato causato da un disguido con l’autista del pullman. Il treno è arrivato in ritardo ed è saltato l’allineamento con gli orari del pullman stesso. L’azienda ha immediatamente attivato il piano di emergenza, ricorrendo ai taxi sostitutivi. Ovviamente c’è stato bisogno di tempi tecnici prima che giungessero in stazione. Ci scusiamo con i passeggeri per i disagi che ne sono derivati”.

Ancora una volta dunque la circolazione ferroviaria subisce cancellazioni dei treni per consentire i lavori di potenziamento tecnologico e infrastrutturale nella stazione di Ventimiglia. Interventi previsti anche se quella di questa notte e di alcuni giorni fa è stata un’emergenza non messa in preventivo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.