Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Imperia il concerto dell’organista Henri Portau per le “Serate Leonardiane”

Ospite illustre della serata sarà l'organista francese Henri Portau

Imperia. Questa sera alle ore 21 presso il Duomo di Imperia Porto Maurizio si terrà il secondo prestigioso appuntamento con la musica classica organistica delle Serate Organistiche Leonardiane.

Ospite illustre della serata sarà l’organista francese Henri Portau con un concerto che partirà dal barocco francese e tedesco di F. Couperin C.B. Barlbastre e J.S. Bach per giungere ad autori come Vincenzo Bellini, J. L. Lefebure- Wely e Cesar Franck.

Organista con una consolidata carriera internazionale Henri Pourtau è nato a Cannes nel 1954. Affascinato già in giovane età dall’organo a canne, Henri Pourtau frequentò le sue prime lezioni di organo con René Legeay, ex allievo dell’Ecole Niedermeyer e organista della Cattedrale di Le Mans. Ha poi studiato al Conservatorio Nazionale di Nizza sotto la direzione di René Saorgin (Primo Premio di Organo nel 1977) e Mario Vittoria ottenendo il primo premio del conservatorio in composizione nel 1978.

Oggi è titolare del grande organo della chiesa di Notre Dame du Bon Voyage a Cannes (in Francia) e dalla data della sua nomina nel 1980 lavora per riuscire a far costruire un nuovo strumento, oggi rinomato per i suoi 70 registri e 4 tastiere, la cui realizzazione è stata affidata alla prestigiosa ditta Mühleisen di Strasburgo. Henri Pourtau ha portato a compimeto anche l’acquisto da parte della città di Cannes dell’organo portatile Hartmann del famoso organista Pierre Cochereau. Nel 1987 ha creato La Stagione Organistica Internazionale di Cannes, della quale è direttore artistico.

Per la televisione francese, ha inciso il Concerto in sol minore per organo e orchestra Poulenc con i “Virtuosi di Francia” per l’emissione di Eve Ruggieri “La musica nel cuore.” Appassionato di letteratura, storia e filosofia, per lui, l’organo è principalmente un rapporto speciale con le culture e passepartout per nuovi orizzonti. La sua intensa attività artistica e la conoscenza che ha del suo strumento, fanno di lui un attento e ricercato insegnante. Nominato professore presso il Conservatorio di Cannes dal 1984, è spesso ospite di numerose Master Class in Francia e all’estero.

L’impegno del parroco Rev. Don Lucio Fabbris, del Rev. Don Gustavo Del Santo e del direttore artistico Giorgio Revelli hanno permesso l’allestimento di un programma per la stagione 2017 di grande rilievo.

“La stagione ‘Serate organistiche leonardiane’ nasce non solo come offerta culturale di grande rilievo per la città di Imperia e del turismo di cultura, ma anche come attività parrocchiale attenta alla tradizione musicale imperiese e come contributo per i vari esercizi commerciali della zona - affermano gli organizzatori - Inoltre ricordiamo che l’ingresso è gratuito”.

Per maggiore informazioni su www.serateorganisticheleonardiane.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.