Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Zazzarazzaz compie 20 anni e omaggia Joe Sentieri: ad agosto a Pian di Nave la rassegna dedicata alla “canzone jazzata”

Il programma di quest’anno, in occasione del ventennale, sarà meno incentrato sul repertorio italiano aprendosi all’internazionale con canzoni francesi, classici americani e ispano-americani, sonorità tzigane e manouche

Più informazioni su

Il 1° agosto 1997, vent’anni fa, in piazza San Siro si dava inizio ad un’avventura chiamata “Zazzarazzaz”, da un verso rubato ad una famosa canzone di Paolo Conte. Nella rassegna, articolata in quattro serate, si celebrava la “canzone jazzata” con la partecipazione di quattro grandi artisti: Giorgio Conte (fratello del precedente), Sergio Caputo, Gianni Coscia e Stefano Belluzzi. Tutti sono ritornati in successive edizioni di quello che si andrà a configurare come “Festival nazionale della canzone jazzata”, ideato e diretto da Freddy Colt. Nel corso degli anni Zazzarazzaz ha ospitato numerosi artisti di chiara fama: da Nada a Neffa, da Rossana Casale a Vinicio Capossela, da Romano Mussolini a Stefano Bollani, da Nicola Arigliano a Memo Remigi, da Paolo Belli a Franco Cerri, da Lino Patruno a Enrico Intra…Oltre a questi nomi, anche talenti emergenti che hanno contribuito a rilanciare lo swing italiano, come Matteo Brancaleoni, Larry Franco, Piji Siciliani, Giovanni Block, orchestre e gruppi vocali.

In questi giorni, nel quartier generale del Centro Stan Kenton, si sono conclusi i preparativi per la XVIII edizione del Festival (2 edizioni saltarono), in programma dal 6 all’8 agosto sul palco di Pian di Nave. Sempre con l’indispensabile sostegno dell’Assessorato al Turismo, anche quest’anno Zazzarazzaz proporrà momenti intensi di spettacolo, concerti di qualità e grande coinvolgimento, nonché di valenza culturale.

La direzione artistica ha deciso di dedicare l’annata 2017 all’amico Joe Sentieri, uno dei cantanti che partecipò alla rassegna nell’edizione 2004 dedicata a Lelio Luttazzi, e che fu anche Membro Onorario del Centro Kenton: a 10 anni dalla sua dipartita sembra giusto celebrare in musica un artista che è stato per quasi 20 anni ospite della nostra città. Genovese, classe 1925, Sentieri è stato il precursore della scuola cantautorale genovese, e non soltanto il “cantante del saltino”; viene considerato – forse a torto – uno degli “urlatori”, ma era in realtà un interprete in grado di spaziare dal repertorio dei grandi chansonniers francesi ai classici americani di Sinatra e Nat King Cole, senza dimenticare le sue canzoni di taglio intimistico e poetico (musicò anche versi di D’Annunzio).

In questa dimensione Sanremo ricorderà Sentieri durante “Zazzarazzaz 2017” con la partecipazione di un ospite d’onore che a breve sarà rivelato: si tratta del suo più grande “rivale” dei primi anni Sessanta, quello con cui disputava il podio dei vari Festivals, a partire da quello di Sanremo…

Le tre serate di concerto conterranno tutte omaggi a Senteri, nell’interpretazione dei diversi artisti, noti ed emergenti, che interverranno. Il programma di quest’anno, in occasione del ventennale, sarà meno incentrato sul repertorio italiano aprendosi all’internazionale con canzoni francesi, classici americani e ispano-americani, sonorità tzigane e manouche. Ci sarà anche la quarta serata, quella del “cineforum” alla Federazione Operaia, in cui il critico cinematografico Andrea Di Blasio commenterà alcune sequenze del film “Urlatori alla sbarra” con Mina, Celentano e Sentieri, Chet Baker e Umberto Bindi.

A breve la direzione artistica renderà noto l’intero cast artistico che salirà sul palco di Pian di Nave nelle tre serate dei concerti d’Agosto, in bilico tra swing, pop e primo rock’n’roll degli anni ’60.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.