Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vittoria per le ragazze della Rari Nantes, battono l’Acquachiara per 18 a 17

Epilogo da batticuore in gara1 delle semifinali playoff. Acquachiara battuta ai rigori 18-17

Più informazioni su

Imperia. I primi soli estivi e l’intensità della partita: il pubblico giallorosso esce dalla Cascione con le proverbiali sette camicie sudate. La Rari Nantes Imperia fa sua gara-1 delle semifinali playoff, battendo una coriacea Acquachiara 18-17, dopo i rigori.

SUBITO LE CAMPANE, POI RARI – Avvio sprint delle ospiti che si portano avanti di due reti in due minuti. Le giallorosse però rispondono rifilando un break di 4-0 col quale si chiude il primo periodo. E’ Amoretti a suonare la carica: la Rari tiene a debita distanza le avversarie con tre reti di scarto all’intervallo.
Il copione non cambia nei terzi otto minuti: Acquachiara è viva e, costantemente, prova a farsi sotto. Imperia, però, risponde alle chiamate raggiungendo il periodo finale con tre reti di vantaggio (12-9). La regina dell’acqua è Mercedes Stieber: vederla giocare è uno spettacolo e, quando la sfida si fa dura, si carica tutte le responsabilità sulle spalle.

FINALE THRILLER – Le campane trovano impreparate le padrone di casa e in poco tempo riacciuffano il punteggio. Ancora l’ungherese ridà fiato alle compagne ma Foresta trova l’ultima rete. Il finale convulso non sbloccherà più il risultato: i rigori sono inevitabili.
Tra le giallorosse non sbagliano le veterane Stieber e Drocco. Mata’Afa e Cuzzupè non tradiscono le attese con due bellissime conclusioni. Infine, Garibbo, con freddezza straordinaria per una 17enne, batte Iaccarino. Lo sguardo va dall’altro lato della vasca. Rovandi fischia, tira Mazzola (che in partita aveva già realizzato il penalty) ma Risso respinge e fa esplodere la Cascione. Proprio il portierone che non aveva vissuto una giornata di grazia, compie il miracolo che regala la prima sfida playoff. Lei che era già stata decisiva anche a Verona, con un altro rigore parato nel finale.

La testa è già proiettata a giovedì quando le giallorosse andranno a Napoli per gara-2. Fischio d’inizio alle ore 15.30.

R.N.IMPERIA’57 18-17 ACQUACHIARA ATI (terminata ai rigori)
(4-2; 4-3; 4-4; 1-4)
R.N.IMPERIA – Risso, Amoretti 3, Mata’Afa 1, Cuzzupè 1, Stieber 5, Mirabella, Gamberini, Garibbo 1, Ruma , Bencardino 2, Drocco, Crocetta, DiMattia. All.: Ragosa
ACQUACHIARA – Iaccarino, Esposito 5, DeMagistris 2, Rumolo, Migliaccio 1, Bottiglieri, Mazzola 1, Baranovicova 1, Marino, Iavarone 1, Foresta 2, DeBisogno, Cipollaro. All.: Petrucci all.in seconda (Damiani squalificata).
Sequenza dei rigori: Stieber (I) gol; Baranovicova (A) gol; Drocco (I) gol; DeMagistris (A) gol; Cuzzupè (I) gol; Rumolo (A) gol; Mata’Afa (I) gol; Bottiglieri (A) gol; Garibbo (I) gol; Mazzola (A) parato.
Sup.Num. Imperia 5/12 + un rigore realizzato da Cuzzupè; 2/11+ un rigore realizzato da Mazzola. Uscite per limite di falli Migliaccio (A) nel terzo tempo; Bencardino (I) ed Esposito (A) nel quarto.
Note: al termine della partita Acquachiara ha presentato ricorso

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.