Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vertice sulla sicurezza a Imperia, il prefetto: “Lavoriamo per far sì che le manifestazioni non siano mortificate né cancellate” foto

Prefettura valuterà eventi e ne attenzionerà alcuni

Imperia. Incendi boschivi e soprattutto sicurezza durante le manifestazioni: sono stati questi i due argomenti affrontati oggi nel palazzo della Provincia, dove si sono riuniti il prefetto Silvana Tizzano, il questore Cesare Capocasa, il colonnello Rinaldo Ventriglia e i sindaci di tutti i Comuni della provincia di Imperia.

riunione sicurezza imperia

Un vertice importante, soprattutto per spiegare quali sono le misure da attuare per garantire la sicurezza dei cittadini senza dover rinunciare alle manifestazioni inserite nel calendario estivo. “Si è creata una grande bagarre dopo i fatti di Torino”, ha spiegato il prefetto Tizzano, “E soprattutto c’è una preoccupazione da parte dei sindaci che temono che le nuove direttive, in qualche modo, li costringano a cancellare i calendari estivi rispetto a richieste misure un po’ troppo onerose per amministrazioni che viaggiano con difficoltà economiche e di personale. Abbiamo cercato di passare un messaggio di tranquillità, sia cercando di far rientrare una psicosi eccessiva, sia richiamando loro su quelle che sono le competenze che non hanno sostanzialmente subito alcun cambiamento, sono state solo attenzionate perché, visto lo scenario internazionale, un po’ di attenzione in più rispetto al passato non guasta”.

I Comuni non dovranno rinunciare ai loro eventi così come i cittadini non dovranno avere paura di prendervi parte. E’ questo il messaggio lanciato oggi.
E per quanto riguarda la Notte Bianca di Porto Maurizio? “Imperia, Sanremo e Ventimiglia ci preoccupano un po’ di meno perché le abbiamo già collaudate”, ha spiegato sua eccellenza il prefetto, “Con Imperia abbiamo avuto i festeggiamenti di San Giovanni, che durano diversi giorni, quindi abbiamo già sperimentato un dispositivo, per cui non ci preoccupa più di tanto l’idea di attenzionare anche altre manifestazioni. Per Sanremo, il Festival ha fatto da pioniere di questa organizzazione. Abbiamo avuto anche il concerto per Amatrice,  dunque sono scenari già acquisiti dalla stessa amministrazione comunale e direi anche dalla collettività, per cui certe misure sono quasi diventate patrimonio naturale di quel Comune. C’è un atteggiamento di grande collaborazione e duttilità per far sì che le manifestazioni non vengano mortificate e che il calendario subisca qualche modifica”.

Intervista a Giacomo Pallanca, sindaco di Bordighera

Intervista a Enrico Ioculano, sindaco di Ventimiglia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.