Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, la petizione per salvare la spiaggia delle Calandre: l’appuntamento al Forte dell’Annunziata fotogallery

I dettagli del progetto di salvaguardia della spiaggia amata dai surfisti

Ventimiglia. “Mediterraneum Project Lab” non è un capriccio dell’associazione Lasciadire che vuole farsi il disegnino alle Calandre, ma bensì un progetto di salvaguardia della spiaggia delle Calandre e del suo litorale affinché possa essere tramandata ai posteri e non ricordata…come già successo per altre località dove si pratica il surf.

Mediterraneum Project Lab

Nel 1987 Bruno Scioli, Daniele Eviri, Max Gambelli ed Eric Giordano appassionati surfisti, Giuan de Minò pescatore locale, Danilo Parodi e il Sindaco Cassini, da buoni Liguri indomiti grazie ad una petizione fermarono i lavori di costruzione di una scogliera parallela alla spiaggia per proteggere il muro della ferrovia, che avrebbe sancito la fine della spiaggia delle Calandre, 30 anni dopo è arrivato di nuovo il momento d’indire un’altra petizione per rigenerare la spiaggia.
Se non facciamo qualche cosa perdiamo tutto questo!
Sono ormai quasi 40 anni che si pratica il surf alle Calandre; ad ogni mareggiata invernale lo spot si popola di surfisti provenienti da tutta Europa e hanno reso internazionale questa spiaggia, che è la prima entrando in Italia per la pratica del surf.
Negli ultimi anni la spiaggia ha assunto dimensioni notevoli solo per brevi periodi e la qualità delle onde si è deteriorata, quindi spinti dall’indomito spirito di salvaguardia e grazie al patrocinio di “REEF” brand che sostiene la salvaguardia delle spiagge dove si pratica il surf, come per Mundaka in Spagna, Kirra in Australia, Jeffreys Bay Sud Africa, Biarritz in Francia, tutte spiagge minacciate di scomparire o per le correnti o per infrastrutture o per mano dell’uomo, un imponente mobilizzazione a permesso di tutelare questi posti e soprattutto come nel nostro caso il dragaggio della sabbia.

La petizione la quale si avvarrà delle firme più prestigiose del mondo del surf.
Il murales, trattasi di 13 pannelli rappresentanti la scritta “Mediterraneum” che saranno realizzati da artisti locali e non, alcuni dei quali espongono i loro quadri in Giappone e verranno dipinti in spiaggia, poi installati sul muro e tolti alla fine dell’estate, le stesse opere verranno messe all’asta e il ricavato servirà per finanziare il progetto di ripascimento della stessa.
Quindi lo stesso muro della ferrovia che minaccia la spiaggia sarà la cornice del murales e con l’aiuto del brand promuoveremo la petizione in tutto il mondo del surf.
Si poteva anche scegliere la scritta Calandre ma rappresenta solo una località, al contrario le Calandre son state scelte per rappresentare il Mediterraneo: per essere la prima località in questo mare a venir tutelata per la pratica del surf.
Pertanto chiediamo che all’ iniziativa aderiscano tutte le realta’ del settore , affinché questi spot vengano valorizzati e tutelati come patrimonio del Mediterraneo.

Info Bruno Scioli 3293252914 oppure seguici su Facebook gruppo Lasciadire

Stay Indomiti

PROGRAMMA

“MEDITERRANEUM PROJECT LAB”

FORTE ANNUNZIATA 23-24-25 GIUGNO 2017 e Spiaggia Calandre

VENERDI 23 GIUGNO 2017

Dal mattino (ore 9) allestimento esposizioni e inizio pittura lettere su appositi pannelli da parte dei tredici artisti partecipanti all’evento nel laboratorio sottostante al Forte in collaborazione con Pino Venditti gestore dello stesso .
Pulizia volontaria del sentiero delle Calandre in collaborazione con Surfrider Foundation .

Demo di surf da onda ( in presenza onde ).

Dal pomeriggio ( ore 15) apertura al pubblico con entrata gratuita verificando tramite lo staff , all’ esposizioni dei quadri artisti partecipanti all’evento,foto della Spiaggia Calandre,Surf art , cultura locale.

Disrtibuzione Gadget e brochure informative su iniziative ambientali .

In serata piccolo DJ set di intrattenimento e piccola proiezione su telo di alcuni video di salvaguardia ambientale.

Stand per firmare petizione salvaguardia e tutela del litorale .

SABATO 24 GIUGNO 2017

In mattinata installazione opere sul muro delle Calandre da parte dei volontari dell’ associazione e artisti .

Demo di surf da onda (in presenza di onde ).

Segue esposizione e in serata DJ set per interessati e piccola proiezione su telo video di salvaguardia ambientale, ingresso libero, chiusura entro le 24.
Stand per firmare petizione salvaguardia e tutela litorale.

DOMENICA 25 giugno 2017

In mattinata (ore 9) segue esposizione fino alle ore 12 .

Demo di surf da onda (in presenza di onde).

Dalle ore 18 “FLASH MOB” a cura del Comitato Centro Storico e Lasciadire , lungo le mura della Città Alta per valorizzare le stesse con finalità Turistico-Culturali .

Dalle ore 20 apericena all’esterno del Forte .

Dalle ore 22 premiazione “Lasciadire Award ” con Dj set e piccola proiezione , chiusura entro 01,00.

Stand per firmare petizione salvaguardia e tutela litorale.

Pulizia preventiva e succesiva all’evento a carico dell’ associazione.

Info Scioli Bruno cell. 3293252914 oppure seguici su Facebook gruppo Lasciare

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.