Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tutta la creatività degli studenti dell’Istituto”M. Novaro” per il progetto “Scuola Babonza” foto

L'assessore Maria Teresa Parodi "risultato positivo, coinvolti tutti i bambini"

Imperia. E’ stato presentato questa mattina, 7 giugno, il progetto “Scuola Babonza” degli alunni dell’Istituto comprensivo “M. Novaro”. L’idea sotto la supervisione del professore Ivano Tiengo, ha visto gli studenti della scuola in veste di piccoli scultori. Sono state infatti presentate, alla presenza dell’assessore Maria Teresa Parodi, alla cittadinanza le opere di cartapesta, realizzate in questi mesi che hanno preso vita e sono state installate in varie parti della città.

riviera24_istituto novaro

Questo progetto nasce circa un anno fa-ricorda l’assessore Parodi, quando Ivano Tiengo si è rivolto al mio assessorato per proporre questa iniziativa volta a far conoscere maggiormente la città ai bambini, facendogli realizzare delle sculture in cartapesta e facendogliele posizionare in aree verdi della città, quelle zone più piccole, magari quelle poco utilizzate, che potevano essere arricchite da queste immagini particolari, i bambini interessati sono quelli dell’Istituto comprensivo Novaro, sia quelli delle medie che quelli delle elementari, hanno partecipato in numerosissimi e credo che il risultato sia molto positivo perché sono stati coinvolti tutti i bambini e con questi lavori hanno abbellito maggiormente la nostra città“.

Il professore Tiengo ha spiegato che il progetto “coinvolge tutti plessi dell’Istituto Novaro e per la realizzazione di queste sculture ci siamo ispirati al libro Mondo Babonzo dello scrittore Stefano Benni e l’artista Altan , ho fatto lavorare i ragazzi delle medie con quelli delle primarie, della 5° in particolare, e ho chiesto loro di disegnare degli animali fantastici che avessero degli elementi scolastici dentro, e poi tutti i ragazzi della prima della seconda e della terza media le hanno poi ricreate sotto forma di sculture di cartapesta, esponendole poi in giro per la città. Le sculture dovrebbero rimanere in esposizione fino a fine giugno, tra largo Ghiglia, la zona adiacente l’hotel Rossini, e la piazza della Biblioteca civica”.  Un modo davvero divertente e costruttivo per conoscere la città e renderla più bella.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.