Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, 500 studenti per la proiezione del docu-film che insegna le “ricette per la dieta della pattumiera” foto

Il progetto è stato proposto da Amaie Energia e Servizi come momento di approfondimento delle tematiche ambientali legate alla raccolta dei rifiuti

Sanremo.  Circa 500 studenti degli istituti superiori della città dei fiori ieri hanno gremito il Palafiori in corso Garibaldi per la proiezione di Meno 100 chili: il docu-film che, attraverso il dialogo “on the road” fra l’esperto Roberto Cavallo e il senatore Andrea Fluttero, racconta come si può ridurre la quantità di rifiuti che produciamo.

Il progetto, realizzato da Erica Soc. Coop, la prima azienda italiana a rifiuti zero, e proposto da Amaie Energia e Servizi come momento di approfondimento delle tematiche ambientali legate alla raccolta dei rifiuti, ha avuto grande successo grazie all’interessamento e alla collaborazione dei dirigenti scolastici e dei professori che hanno aderito in massa alla giornata.

Meno 100 chili, ispirato a uno spettacolo teatrale da cui è anche stato tratto un libro di successo, “è un doppio viaggio. Uno reale, in forma di documentario classico, dal nord al sud dell’Italia e ritorno. Per convincere il senatore che è possibile ottenere grandi risultati in termini di economia, ricchezza e stile di vita con la riduzione dei rifiuti, l’esperto (Roberto Cavallo) accompagna il senatore (Andrea Fluttero) in un viaggio verso le molte buone pratiche già messe in atto in tutta Italia. È possibile vedere l’utilizzo dei pannolini lavabili, il processo di riciclaggio di plastica e carta, il compostaggio domestico e industriale, la distribuzione di acqua, latte, vino e detersivi alla spina, e testimoniare come alcune città hanno implementato una politica ambientale verso Rifiuti Zero. Alla fine, Roberto dimostrerà al Senatore che possiamo andare oltre i “meno 100 chili” e che ridurre i nostri rifiuti è qualcosa che può coincidere con i nostri standard di vita e le abitudini moderne, creando ricchezza e occasioni di incontro: un esempio dell’economia di relazione.

Il secondo viaggio è quello di un padre (Giuseppe Cederna) la cui sensibilità assopita dal quotidiano viene risvegliata dalla figlia (Giorgia) che ha assistito allo spettacolo di Roberto. Il documentario inizia con la lettura di Leonia, la città invisibile di Calvino che “rifà se stessa tutti i giorni” ed è ricoperta dai propri “scarti d’ieri”, da parte di Luca Mercalli, Mario Tozzi, Cristina Gabetti e Oliviero Corbetta, che chiudono il documentario con un invito agli spettatori.

Il documentario ha un alto valore sociale perché contribuisce a tenere aggiornato il dibattito su un’emergenza particolarmente grave in alcuni luoghi d’Italia come quella della gestione dei rifiuti. Le linee guida europee contenute nella direttiva 98/2008 chiariscono che il primo obiettivo nella gestione dei rifiuti è la loro riduzione quantitativa, obiettivo che il documentario, grazie a tutti i consigli per ridurre i rifiuti,contribuisce a raggiungere. Da un punto di vista culturale, sicuramente il film presenta forti scopi didattici,sia per i problemi strettamente legati ai rifiuti, sia per le questioni relative alla tutela ambientale in senso più ampio, come l’impatto delle emissioni di CO2 in atmosfera per il prodotto e il loro ciclo di vita. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, la creazione di una cultura ambientale più consapevole all’interno dell’opinione pubblica caratterizza l’intero progetto del film, assieme allo spettacolo teatrale e al libro omonimi”.

La proiezione è stata introdotta da Eugenio Nocita, assessore all’Ambiente del Comune di Sanremo, Mauro Albanese, presidente di Amaie Energia e Servizi, e Manuela Sciutto, i quali hanno esortato i ragazzi a una riflessione ampia su una tematica che li coinvolge nella vita di tutti i giorni e che influenzerà il futuro del pianeta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.