Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rinnovate le cariche sociali di Ance Imperia, Olimpio Lanteri passa il testimone al Enio Marino foto

Il tema è stato rivolto all’analisi della situazione congiunturale del settore, con particolare attenzione al mercato pubblico e alle enormi difficoltà di applicazione del nuovo codice degli appalti

Imperia. Il 28 giugno si è svolta l’Assemblea Annuale di Ance Imperia, Associazione Nazionale Costruttori Edili, che, oltre ad essere un elemento determinante per investimenti ed occupazione sul territorio imperiese, riveste un ruolo particolarmente rappresentativo all’interno di Confindustria Imperia.

Quest’anno il tema dell’Assemblea, oltre a vertere sull’attività svolta tra il 2016 ed il primo semestre del 2017 dall’Associazione, è stato rivolto all’analisi della situazione congiunturale del settore, con particolare attenzione al mercato pubblico e alle enormi difficoltà di applicazione  del nuovo codice degli appalti, anche a seguito del correttivo allo stesso.

“I dati statistici continuano a rappresentare il permanere di una situazione particolarmente difficile per il settore – dice il presidente Lanteri - infatti, nell’ultimo anno, le imprese e gli operai attivi sul territorio sono diminuiti ulteriormente, toccando la soglia dei 1700”.

Si è poi proceduto con il rinnovo delle cariche sociali di Ance Imperia: dopo aver svolto per 6 anni l’incarico di presidente dell’Associazione, Olimpio Lanteri, ha passato il testimone al Enio Marino, titolare dell’omonima impresa di costruzioni del territorio, già vice presidente di Ance Imperia, da anni all’interno del Consiglio Direttivo della stessa, a cui ha sempre partecipato in modo attivo e fattivo; inoltre ricopre anche il ruolo di Presidente dell’Ente Cassa Edile.

L’Impresa Marino è nel settore edile dal 1959, nascendo come impresa artigiana individuale con fondatore Marino Giovanni Battista; si è sviluppata nel tempo come impresa famigliare con la collaborazione dei due figli Enio e Consolata e nel 1992 si è trasformata nell’attuale forma societaria.

La squadra che affiancherà il Neo Presidente Marino, come componenti  del Consiglio Direttivo, sarà composta da Gianni Silvano e da Andrea Veneziano, in qualità di vicepresidenti; i consiglieri saranno Vincenzo Massabò, Sergio Carminati, Enrico Negro, Gianni Enrico Laigueglia, Dino Glorio e Alessandro Bocchio; il tesoriere sarà il Luciano Tesorini ed il delegato delle Piccole Imprese Giovanni Gino Manfredi.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.