Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Questura di Imperia, il bilancio di un’intensa settimana di attività

Sono stati controllati più di 100 tra automobili, motocicli e furgoni ed identificati quasi 500 cittadini, residenti, italiani e stranieri

Più informazioni su

Settimana particolarmente intensa quella appena trascorsa e durante la quale, come disposto dal questore di Imperia, Cesare Capocasa, sono stati ulteriormente rafforzati i servizi di prevenzione e repressione nel territorio del ponente ligure, finalizzati ad elevare la percezione di sicurezza della comunità. Una maggiore attenzione ed un forte impegno facendo della presenza sul territorio la primaria mission della polizia: creare e mantenere le condizioni per un’autentica tranquillità pubblica.

Sono stati controllati più di 100 tra automobili, motocicli e furgoni ed identificati quasi 500 cittadini, residenti, italiani e stranieri.

Particolarmente serrata e costante l’attività di contrasto ai reati contro il patrimonio: la questura di Imperia ha infatti denunciato, in stato di libertà, una cittadina napoletana, sulla cui carta di credito prepagata è stata accreditata la somma di 150 euro per l’acquisto, on line, di una consolle di videogiochi mai recapitata.

Il trasferimento di denaro e la successiva truffa on line sono stati ricostruiti dagli investigatori che hanno notificato il deferimento alla donna residente nel capoluogo campano.

Denunciati in stato di libertà un cittadino ucraino resosi responsabile di un tentato furto in un supermercato di Oneglia ed una donna italiana, impossessatasi di merce in vendita in un noto centro commerciale.

Fitti i controlli nell’area del centro di Oneglia dove, a seguito di intervento della squadra volante, un senzatetto, è stato segnalato poichè inottemperante alle disposizioni contenute nella recente ordinanza del Sindaco di Imperia. Quell’uomo, che si trovava a bivaccare sotto i portici di Oneglia, è stata inoltre contestata anche l’ubriachezza molesta e segnalato al tribunale di sorveglianza per inosservanza agli obblighi di firma.

Un cittadino imperiese, infine, e’ stato deferito alla autorità giudiziaria poichè riconosciuto quale autore di minacce rivolte, nel corso di numerose telefonate, ad un suo conoscente: all’origine della condotta, banali dissidi tra i due, ai quali e’ stato posto fine grazie al deferimento alla magistratura del giovane inchiodato dalle registrazioni. Sottoposta a fermo amministrativo la vettura di un cittadino turco: l’auto, a carico della quale è risultato un gravame di 36.000 euro, è stata sottratta dalla disponibilità del conducente che, al termine della verbalizzazione, è stato sanzionato con una multa da 700 euro.

E’ proseguita, senza tregua, inoltre, l’attività di contrasto all’immigrazione irregolare. Ben quattro i cittadini extracomunitari colpiti da provvedimento di espulsione portati ad esecuzione dall’ufficio immigrazione.Due di questi, giunti dal Marocco nel 2016 per trovare lavoro, sono risultati essere non in regola con le norme che disciplinano
l’immigrazione, non avendo, di fatto, mai formalizzato richiesta di permesso di soggiorno. nullafacenti, senza fissa dimora, sprovvisti di documenti, si aggiravano nella stazione di Imperia. notati dagli operatori della polizia ferroviaria, sono stati accompagnati negli uffici di piazza duomo ed espulsi dal territorio nazionale.Espulso, inoltre, un cittadino sudanese, entrato irregolarmente in Italia dopo essere sbarcato sulla costa sicula. lo stesso, intenzionato a trovare lavoro nel nostro paese, non ha presentato alcuna richiesta di protezione internazionale o di a ltro permesso di soggiorno. per questi motivi, essendo entrato illegalmente nel territorio nazionale avendo eluso i controlli di frontiera, è stato espulso con ordine del questore ad abbandonare i territorio entro 7 giorni.

E’ stato, altresì, espulso il cittadino tunisino l.a., tratto in arresto a maggio scorso dal personale del commissariato di Ventimiglia per violenza privata. Dopo aver scontato la pena presso la casa di reclusione di Sanremo, all’uscita del carcere gli è stato notificato il previsto provvedimento amministrativo di espulsione.

Infine, sono stati emessi 5 fogli di via obbligatori nei confronti di cittadini comunitari, con precedenti specifici per reati contro il patrimonio, al fine di allontanarli dal territorio imperiese, garantendo livelli sempre più elevati di sicurezza pubblica ed urbana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.