Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inaugurazione della piscina a Taggia, Nigro: “Macché comunale, è ancora di proprietà de La Fornace” foto

Il candidato sindaco di "Un comune in movimento" ha reperito un documento dove l'amministrazione Genduso pare abbia chiesto di “poter temporaneamente accedere all’impianto" per l'evento del 27 maggio

Taggia. “Il 27 maggio scorso l’amministrazione Genduso ha consegnato alla cittadinanza la nuova piscina spacciando l’inaugurazione, con tanto di tuffo in acqua dell’assessore e candidato Sindaco Mario Manni, come ufficiale. Una pantomima alla quale volutamente non abbiamo partecipato. Perché la piscina non lo era quel giorno e non lo è ancora di proprietà del Comune di Taggia ma appartiene alla società La fornace”. Così il candidato sindaco Andrea Nigro (lista “Un comune in movimento”) risponde al “rimprovero” di non aver preso parte alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo presso il piazzale prospicente via Privata Roggeri a Taggia avvenuta sabato 27 maggio.

Documento piscina Taggia, Andrea Nigro

Un’assenza giustificata dal reperimento di un documento firmato dal presidente del cda della società unilaterale La fornace, Alessandro Penco, che, sempre in data 27 maggio, risponde alla richiesta inviata venerdì 26 da parte del Comune tabiese e in particolare del sindaco Vincenzo Genduso in cui si richiedeva di, citando testualmente il documento,poter temporaneamente accedere all’impianto Natatorio affinché possa avere luogo l’evento da esso programmato.

“Il documento – prosegue Nigro leggendolo– si conclude con l’autorizzazione all’accesso temporaneo, purché terminato l’evento il compendio e tutta l’area adiacente venga liberata da cose e persone e purché vengano restituite alla scrivente tutte le relative chiavi. Questo cosa vuol dire? Vuol dire che hanno voluto concludere il mandato lasciando alla collettività un’opera spacciata come comunale. Le chiavi se le sono fatte dare in prestito solo per fare la cerimonia d’inaugurazione. Forse la piscina diventerà presto comunale come si evince fra le righe dello stesso documento [“Ringraziando dell’invito e augurandoci che la cessione di tutte le opere possa realizzarsi quanto prima con la collaborazione di tutti gli enti ed uffici interessati”], ma quando? I cittadini hanno già dovuto aspettare 8 anni prima della sua apparente apertura”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.