Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, “Sono dello staff, ruba il furgone Red Bull”: denunciato Carlo Molinari foto

E' accaduto ad Andora nell'area del concerto di Roy Paci: lui è il figlio dell'ex questore Arrigo

Andora/Imperia. Voleva quel furgone marchiato Red Bull, lo richiedeva a gran voce. Prima ha tentato con un bluff, poi, quando ha capito che non sarebbe più riuscito ad ingannare lo staff, in un lampo si è appropriato delle chiavi, è salito a bordo ed è fuggito, sotto gli occhi increduli dei presenti.

furgone red bull

Protagonista dell’incredibile episodio, questo pomeriggio, è stato Carlo Molinari, imprenditore residente a Imperia, denunciato per furto. Si è presentato nell’area che ha ospitato la sera del 2 giugno il concerto di Roy Paci, dove erano in corso i lavori di smontaggio, sostenendo di essere stato incaricato dall’organizzazione di trasportare i due furgoni marchiati Red Bull (utilizzati come bar mobili durante la manifestazione) presso la Suerte di Laigueglia. Lo staff, però, si è insospettito e ha telefonato al titolare della discoteca, Arcangelo Pisella, che ha subito negato di aver autorizzato qualcuno a compiere quel trasferimento.

A quel punto lo staff ha rimosso le chiavi dai furgoni, mentre nel frattempo Pisella raggiungeva l’area per capire meglio la situazione. L’imprenditore si è così trovato davanti un Carlo Molinari più che mai deciso a prendere uno dei furgoni: in quanto titolare dell’area, sosteneva l’uomo, ne aveva diritto, ed in caso contrario avrebbe chiamato i carabinieri.

Pisella allora ha deciso di telefonare personalmente alle forze dell’ordine: in quel momento Molinari, davanti a tutti i testimoni, si è appropriato delle chiavi ed è schizzato su uno dei due furgoni. In pochi secondi lo ha messo in modo, ha sfondato una transenna (l’area era recintata) ed è fuggito sull’Aurelia (nel video in alto il momento in cui il furgone si allontana).

Il furgone, però, era dotato di impianto Gps ed è stato rapidamente localizzato: è stato ritrovato poco dopo ad Imperia, chiuso e parcheggiato in via dei Marinai, a 200 metri dal palazzetto dello Sport. Inevitabile una denuncia per furto per Molinari,  vicepresidente della Sea Beach&Sport che gestisce la spiaggia di Borgo Prino a Porto Maurizio di Imperia. In passato aveva gestito anche il Bingo di via Trento a Oneglia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.