Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, le ragazze del “Setterosa” salvano bagnanti in difficoltà

Un salvataggio insolito nel pomeriggio davanti ai Bagni Oneglio di Borgo Marina

Imperia. Campionesse in vasca e campionesse anche nella vita di tutti i giorni. La presenza del “Setterosa” di pallanuoto a Imperia non sarà ricordata solo per la bella vittoria ieri sera contro la Grecia alla Cascione, ma anche per aver aiutato i bagnini a soccorrere quattro bagnanti in difficoltà a Borgo Marina di Porto Maurizio.

Questo pomeriggio alla spiaggia di Borgo Marina di Imperia con “bandiere rosse” issate per il mare pericoloso, si è assistito ad un inusuale spettacolo di capacità natatorie miste a coraggio proposto davanti agli occhi increduli dei turisti in vacanza a Imperia.

Tutto ha avuto inizio alle 15.15 circa quando Anna, ragazzina quattordicenne straniera, mentre era intenta a fare il bagno viene “rapita” dalla corrente di un mare estremamente agitato. Non era riuscita a tornare a riva: i due bagnini Matteo Bessone e Francesco Grillo si sono tuffati e raggiunta.  Grazie al loro intervento sono riusciti tutti e tre a ritornare a riva. Ma proprio in quell’istante le onde hanno spinto al largo altri quattro bagnanti. Anche loro, come Anna, avevano sottovalutato la corrente fortissima. Ancora stremati dall’ultimo intervento Bessone e Grillo sono rientrati subito in acqua.

Nel frattempo M.C. di 11 anni anche lui spinto dalle onde sugli scogli è stato recuperato dal luogotenente Antonio Nastasi della Capitaneria di Porto, pure lui intervenuto nelle operazioni di salvataggio. Ed è al sottufficiale della guardia costiera che Elisa Queirolo, il capitano del Setterosa della Nazionale di pallanuoto, ospite con tutta la squadra ai Bagni Oneglio, ha chiesto se potevano essere d’aiuto vista la situazione di difficoltà. Nastasi accortosi dell’inferiorità numerica e della stanchezza dei bagnini, già intervenuti precedentemente, non ha esitato a sfruttare le elevate capacità natatorie delle ragazze della Nazionale. E così Elisa Queirolo, il suo vicecapitano Rosaria Aliello e Alexandra Cotti si sono lanciate in mare e in pochi secondi hanno raggiunto i bagnini e le tre persone in difficoltà riportandole a riva. Un’operazione che si è conclusa nel migliore dei modi tra abbracci alle ragazze da parte dei bagnanti portati in salvo e gli applausi dei tanti turisti rimasti sulla spiaggia ad assistere alle operazioni di soccorso. “E’ stato emozionante poter mettere a disposizione le nostre capacità nel momento del bisogno”, ha sottolineato il capitano Elisa Queirolo. “La cosa più bella è il ringraziamento del ragazzo straniero che mi ha abbracciato piangendo spaventato per l’accaduto”, ha aggiunto il vice capitano Rosaria Aiello. ”E’ sempre bello fare del bene agli altri”, ha sottolineato a sua volta Alexandra Cotti ancora molto emozionata per l’insolito fuori programma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.