Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il sindaco Capacci: “Su Tradeco sentenza errata, abbiamo ragione noi”

E Russo si dimette dalla commissione "Rifiuti Zero"

Imperia. “Su Tradeco sentenza errata, abbiamo ragione noi”. Lo ha detto il sindaco Carlo Capacci in apertura del consiglio comunale sulla questione Tfr e tredicesime. “E se noi pagheremo – ha sottolineato il primo cittadino  – ci opporremo e chiederemo ai lavoratori la restituzione dei soldi. Perché deve essere chiaro a tutti che gli operai sono stati consigliati male dai loro avvocati e la battaglia legale la vinceremo noi. Qui nessuno nega i vostri diritti, ma chi vi deve pagare è la Tradeco e non è il Comune”. E ad ascoltarlo in aula c’erano i lavoratori ora in forza alla Teknoservice.

E a distanza gli ha risposto il sindacalista della Uil Luigi La Marca: “Non si comprende quale sia l’atto politico cui fa riferimento il sindaco tenuto conto che il sindacato tiene a cuore solo ed esclusivamente gli interessi dei lavoratori. Se il sindaco sa che parli e chiarisca le sue affermazioni. L’avvocato Sciortino a tutela dei propri assistiti ha contrariamente a quanto asserito, predisposto i pignoramenti anche in altri comuni, poiché l’interesse perseguito ripeto è quello dei lavoratori. Interesse che nn combacia con quello del sindaco Capacci che continua a compiere un atto politico rifiutando di ottemperare ad un ordine del giudice e della Corte dei conti, dallo stesso consultata. Rischiando peraltro di creare un danno erariale in cui gli unici che ci rimetteranno sono e saranno i cittadini”.

In consiglio Antonio Russo (passato nel gruppo misto da M5S) poi ha annunciato di aver lasciato la commissione di lavoro “Rifiuti Zero”. “Ho resistito per un anno e mezzo, ci ho creduto ed ho sacrificato tanto tempo a discapito della mia famiglia e del mio lavoro – ha detto Russo –  Ringrazio anche il gruppo lavoro. Abbiamo affrontato diversi argomenti. Questo gruppo ha lavorato ed ha raggiunto anche obiettivi importanti. Ad esempio il Comune è stato inserito nell’elenco degli enti con “Rifiuti Zero”. Per il resto, purtroppo, mi sono illuso. E chi ha messo in guardia aveva ragione. Ma il mio impegno continuerà con controllo e denuncia perché 540 mila euro al mese sono tanti e troppi”.

L’assessore all’Ambiente Pino De Bonis, invece, ha annunciato che prossima settimana partirà sistema di raccolta dei rifiuti “porta a porta”. Annuncio arrivato durante una question time presentata dal consigliere comunale Piera Poillucci (Forza Italia).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.