Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il sindaco Capacci risponde a Scajola: “Si è ricordato di essere imperiese”

Il tema dell'accoglienza ha infiammato il dibattito politico imperiese: ora il primo cittadino risponde all'assessore

Imperia. “Scajola, improvvisamente si è ricordato di essere imperiese”. E’ un botta e risposta a distanza quello tra l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola e il sindaco Carlo Capacci sul tema delicato dell’accoglienza migranti a Imperia.

Il primo cittadino, dopo aver letto le dichiarazioni di fuoco del nipote dell’ex ministro, ha “postato” un commento tornando sull’argomento che ieri sera è stato ampiamente dibattuto in consiglio comunale. “Mi spiace aver distolto l’ assessore Marco Scajola dalla campagna elettorale a Genova e Spezia con la questione della foresteria della ex caserma Crespi. Improvvisamente si è ricordato di essere imperiese. Mi pare strano che una persona che da vent’ anni è parte attiva nella vita amministrativa – scrive Capacci – non conosca le regole di funzionamento delle Istituzioni e dell’Urbanistica (materia per la quale è oggi assessore Regionale)”. Scrive ancora Capacci: “Sono certo che quando si candiderà alle elezioni Politiche per tentare di diventare onorevole si ricorderà più spesso della nostra città”. Un post, quello del sindaco, accompagnato provocatoriamente da due hashtag:  #imperia #finitalaricreazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.