Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Giuseppini da un secolo a Imperia, tanti gli eventi per ricordare la loro presenza

E c'è anche un libro “I Giuseppini alla Fondura di Portomaurizio”

Imperia. Quest’anno gli Oblati di S.Giuseppe, in città meglio conosciuti come “I Giuseppini alla Fondura” (i Giuse) compiranno cento anni dall’insediamento, avvenuto nel 1917, nel popolare rione della nostra città, sostenuto fra gli altri, allora, dal veneratissimo “Don Abbo il Santo”.

Gli Oblati hanno portato in dote ad Imperia tanto fermento religioso, educativo, sportivo, associativo, culturale. Il Parroco i Sacerdoti, i Laici e le Associazioni della nostra popolare Parrocchia stanno predisponendo molte iniziative commemorative: è pronto il “Calendario degli eventi”; il primo avrà luogo il 16 giugno per culminare, con una solenne cerimonia liturgica presente il vescovo il 15 ottobre, e terminare venerdì 17 novembre con il concerto di una famosa Orchestra giovanile del nostro Ponente.
Da mesi un gruppo di lavoro, coordinato dal parroco, sta lavorando al programma che ora finalmente è pronto e verrà presentato a voi ed alla città.

Lo spessore storico, culturale, religioso dei “Giuse” è stato già trattato in un libro edito due anni fa, “I Giuseppini alla Fondura di Portomaurizio” corredato di un cd con oltre 340 foto storiche, che verrà riproposto con nuovi apporti. In esso si trova la storia e l’ evoluzione di associazioni quali gli scout (che hanno commemorato nel 2015 i cento anni della loro presenza in città), le associazioni sportive San Giorgio (calcio, volley, bocce), l’Azione Cattolica, l’Oratorio, il Collegio S.Giuseppe, la Filodrammatica, il Cinema Lux, la spiaggia S. Giuseppe alla Marina; alto anche il profilo di personalità cresciute all’ombra dei Giuseppini: fra gli altri la medaglia d’oro al valor militare tenente degli alpini Alessandro Anselmi, il generale Eugenio Rambaldi, il campione di pallone elastico Franco Balestra (questi ultimi recentemente scomparsi), e Sacerdoti indimenticabili quali don Alfeo Possavino (il fondatore), don Ambrogio Ceriani (l’organizzatore), don Aldo Morini e don Pierino Alberti (trascinatori di giovani), don Pasquale Strescino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.