Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Effetto Torino, summit in municipio a Sanremo per la sicurezza dei grandi eventi

Estate blindata nella città dei fiori, a cominciare dal concertone "Un palco per Amatrice" che si terrà sabato 24 giugno a Pian di Nave

Sanremo. Summit in corso a Palazzo Bellevue per esaminare e rendere operative le disposizioni del ministro dell’Interno Marco Minniti in materia di sicurezza per i grandi eventi. Per scongiurare l’effetto Torino, dove in piazza San Carlo lo scorso 3 giugno oltre 1500 persone sono rimaste ferite a causa di una violenta ressa scoppiata dopo un falso allarme bomba, le forze dell’ordine e i Comuni italiani sono richiamati alla massima vigilanza sulle prossime manifestazioni pubbliche.

“Tutti gli uffici comunali sono impegnati a delineare il nuovo assetto delle misure di sicurezza per la città – spiega Daniela Cassini, assessore al Turismo, cultura e manifestazioni –. Settore per settore, stiamo lavorando insieme ai tecnici e alle forze dell’ordine per tracciare un piano logistico come richiesto dagli organi competenti. Sono in atto riunioni interne con il comandante della polizia municipale Claudio Frattarola che fa riferimento al comitato provinciale di sicurezza”.

Estate blindata dunque a Sanremo. A cominciare da Un palco per Amatrice, il “concertone” organizzato dall’Amministrazione comunale che sabato 24 giugno animerà Pian di Nave con le grandi voci della musica italiana: da Marina Rei a Fabrizio Moro.

“Attualmente non è possibile entrare nei particolari delle misure di sicurezza che saranno adottate – aggiunge Cassini – le stiamo definendo proprio in queste ore. E’ certo invece che saranno messe a disposizione tutte le risorse economiche disponibili per tutelare i cittadini”.

Secondo la circolare del capo di polizia Franco Gabrielli inviata a prefetti e questori di tutta Italia, le imprescindibili condizioni di “Safety” per le pubbliche manifestazioni impongono, tra le altre, la definizione e il rispetto della capiena massima del luogo scelto per l’evento, la divisione in settori, varchi di accesso e di deflusso, spazi e mezzi di soccorso dedicati, altoparlanti per gli avvisi ai presenti, bottiglie di vetro e lattine off limits. L’applicazione di tali misure, inoltre, dovrà essere integrata con servizi di “Security” altrettanto rigorosi, quali: sopralluoghi, verifiche congiunte, ricognizione e mappatura dei sistemi di sorveglianza nonché controlli mirati sulle persone al fine di impedire l’introduzione di oggetti pericolosi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.