Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borgomaro entra nel progetto “Lavanda della Riviera dei Fiori” per il rilancio e la salvaguardia del territorio

Prossima la creazione di "IPoint" per valorizzare le eccellenze eno-gastronomiche e culturali

Borgomaro. Borgomaro con il suo interessante territorio entra a far parte del progetto Lavanda della Riviera dei Fiori, permettendo alle aziende di partecipare al rilancio e alla salvaguardia del territorio.

Per fine mese di giugno è prevista la creazione degli “IPoint” primi contenitori culturali per far conoscere e valorizzare in chiave turistica le tante eccellenze eno-gastronomiche e culturali del territorio. Gli “IPoint” vogliono offrire ai fruitori un servizio ma anche un viaggio attraverso la tradizione, il territorio, la storia, la conoscenza collettiva e l’educazione alimentare. “IPoint” è un sportello informativo, punto di servizio e commercializzazione.

La nascita di questi punti è importante perché non bisogna dimenticare che la Liguria e l’Alta Val Tanaro sono zone deputate al turismo ed hanno nel turismo la loro industria primaria.

Molte le tipologie che verranno adottate da quelle complete (punto info e shop) a quelle ibride (corner + info) o soli shop.

Un IPoint completo sarà quello di Seborga, dove in collaborazione con l’Amministrazione comunale, le associazione e gli operatori si darà vita ad un punto di informazioni turistiche, prenotazione alberghiere, punto vendita dei prodotti della Lavanda e del Territorio.

A seguire apriranno gli “IPoint” di:

Borgomaro con la collaborazione di un azienda produttrice di lavanda aderente all’associazione produttori Lavanda Riviera dei Fiori,

Garlenda in collaborazione con la Pro loco dove all’interno dell’ufficio Turistico troverà spazio un corner del prodotti Lavanda della Riviera dei Fiori,

Caprauna presso il Rifugio Pian dell’Arma dove alla già presente ospitalità e informazione turistica si affiancherà il corner di prodotti del progetto Lavanda.

Sarà invece un “Point” quello che verrà realizzato ad Ormea

Realtà e tipologie diverse ma con l’unico scopo di dare un servizio al turista, collaborare con le attività produttive del territorio e offrire un’opportunità di lavoro sul Territorio.

Intanto si stanno iniziando i preparativi per le feste della Lavanda del Territorio:

8 – 9 luglio 2017 Dolceacqua

16 luglio 2017 Cosio d’Arrroscia

22 – 23 Luglio 2017 Ormea

29 luglio 2017 Pietrabruna

30 luglio 2017 Airole

6 agosto 2017 Pigna

Si chiuderà 2- 3 Settembre 2017 Santo Stefano al Mare con Lavanda della Riviera dei Fiori in Tour

Borgomaro, centro principale della valle del Maro, possiede un impianto urbano che non si ritrova nelle località limitrofe. Il suo tessuto e infatti un preciso reticolato ortogonale, con le case allineate a più ordini sino in riva al torrente. Diversi palazzi, affacciati sulle contrade e conservanti le antiche strutture, testimoniano ancora oggi la ricchezza di un tempo.

Il Territorio “Lavanda della Riviera dei Fiori” é formato dai seguenti Comuni: Airole, Albenga, Alto, Andora, Armo, Arnasco, Borgomaro, Caprauna, Castel Vittorio, Cisano sul Neva, Cosio di Arroscia, Dolceacqua, Dolcedo, Garlenda, Mendatica, Molini di Triora, Montegrosso Pian Latte, Nasino, Olivetta San Michele, Onzo, Ormea, Perinaldo, Pietrabruna, Pigna, Pornassio, Prelà, San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare, Seborga, Stellanello, Testico, Vasia, Vendone, Villanova d’Albenga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.