Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, l’attacco di Fonti (FI): “I marciapiedi sono in condizioni pietose, i cassonetti puzzano e la maggioranza se ne frega”

"Non si tratta di un'inadempienza della Docks Lanterna", precisa il consigliere, "Ma dell'incapacità di chi amministra"

Bordighera. “La città è in condizioni pietose: i marciapiedi sono talmente sporchi che non ci si può più camminare e i cassonetti dell’umido puzzano. Le lamentele sono quotidiane, ma la maggioranza non ascolta i cittadini né si preoccupa di vedere in che stato versa la città che dovrebbe amministrare”. E’ duro l’attacco sferrato dal consigliere di opposizione Massimo Fonti (FI), che non risparmia nulla e nessuno. Una lancia la spezza solo a favore della Docks Lanterna, la ditta che si occupa dell’igiene urbana in città: “Non è la Docks ad essere inadempiente”, dice Fonti, “La ditta fa quello che gli viene detto di fare da chi amministra. D’altronde il problema lo avevo sollevato in consiglio comunale: prevedere una pulizia dei marciapiedi mensile avrebbe portato a un disastro. Le previsioni, purtroppo, si sono avverate: non oso immaginare cosa succederà nel pieno dell’estate se già ora siamo a questi livelli di sporcizia”.

Nel corso della discussione sulla TARI, durante il consiglio comunale del gennaio scorso, il consigliere di opposizione si era chiesto: “Com’è possibile che a fronte di un maggiore impegno economico del Comune nei confronti della ditta incaricata di occuparsi dell’igiene pubblica, i servizi poi vengano diminuiti?”, puntando il dito proprio sulla voce “lavaggio strade e marciapiedi” che da frequenza pressoché quotidiana è ora diventata mensile. “Era di immaginarselo che i marciapiedi sarebbero diventati impraticabili”, commenta ora Fonti, “In consiglio comunale mi era stato risposto dal sindaco che le criticità sarebbero state affrontate di volta in volta, ma ormai sono più di dieci giorni che i marciapiedi sono in condizioni pietose e nessuno fa nulla”.

“Bisognerebbe chiedere anche il passaggio del mezzo lava-cassonetti”, conclude il consigliere, “Quelli dell’umido puzzano: l’odore è insopportabile e se non si provvederà in tempi brevi al loro lavaggio la situazione non potrà che peggiorare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.