Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, il consigliere Ramoino interroga l’amministrazione sul villaggio di Natale foto

L'interpellanza sarà discussa nel parlamentino convocato per domani

Bordighera. Il consigliere Giovanni Ramoino, del gruppo misto, ha presentato un’interrogazione per la prossima seduta del consiglio comunale, 28 giugno, in merito al “Villaggio Natalizio” allestito per le feste di Natale 2016.

Per il Natale del 2016, sono stati organizzati dall’amministrazione comunale, addirittura due ” Villaggi di Natale ” in piazza della stazione, a Bordighera. Il primo, con tanto di pista sul ghiaccio, casette in legno, musiche, luci, e manifestazioni di contorno, per un costo complessivo di 20.000 €, tutto compreso. Ma non vede mai la luce, per l’abbandono del soggetto aggiudicatario; la “E20″ di Cesana T.se. Il secondo per rimediare alla mancata realizzazione del primo, affidato direttamente ad una Onlus locale: la “Tempo di svalutation” di Bordighera.

Un villaggio composto da scivoli gonfiabili, casetta di Babbo Natale, altre attrazioni a tema natalizio. Stesso contributo da parte del Comune: 20.000 € , tutto compreso. Ma anche in questo caso un fallimento: certificazioni obbligatorie dichiarate e non riscontrate, gonfiabili sporchi, un’inadeguatezza generale, che si conclude con la mancata autorizzazione all’apertura e con abbandono dell’area, senza provvedere allo spazzamento e alla differenziazione dei rifiuti prodotti, come prevede il regolamento cittadino, per chiunque. L’intervento straordinario della società che si occupa dei rifiuti, ripulisce l’area la mattina seguente per consentire il ripristino del decoro cittadino e lo svolgimento del mercato settimanale dei produttori della Coldiretti. In questo effervescente clima natalizio non si risparmiarono dichiarazioni degli amministratori, su tutti i media locali: pagheranno le sanzioni previste, 10% dell’importo di aggiudicazione, 2000 €. Ma non solo: segnaleremo lor signori all’Anci per impedirgli di ingannare altri committenti, e se si riscontreranno profili giudiziari, non mancheremo di segnalarli alle autorità, con denunce a tutela del nostro Comune. Insomma, carbone agli inadempienti, come nelle migliori tradizioni natalizie. Ma che fine han fatto le tanto sbandierate sanzioni, sono state richieste ad entrambi gli organizzatori ? Le hanno pagate ? Ed è stata sanzionata, per l’abbandono dei rifiuti, non differenziati come prescritto dal regolamento comunale, la Onlus frettolosamente eclissata dopo la mancata autorizzazione? I cittadini e i commercianti oggetto di salate multe vorrebbero saperlo per capire se ci sono contribuenti di serieA e di serie B. Ho presentato un’interrogazione in Consiglio comunale perché a queste domande venga data una risposta pubblica, al pari dei proclami pubblici post manifestazioni. Nella speranza che l’esito sanzionatorio sia stato quantomeno riparatorio per il buon nome della nostra città e l’eventuale sanzione recuperata utilizzata per una manifestazione destinata ai bambini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.