Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Artisti per caso e per passione” con la mostra all’oratorio di Santa Caterina a Cervo foto

Venerdì 16 giugno, alle ore 21,30 si terrà l’inaugurazione. La mostra, primo evento di "Cervo ti strega", è realizzata dagli studenti dell’istituto “G. Ruffini”, del Polo tecnologico imperiese e del Liceo Viesseux

Cervo. Venerdì  16 giugno, alle ore 21,30 presso il suggestivo oratorio di Santa Caterina a Cervo, si terrà l’inaugurazione della mostra pittorica realizzata dalle studentesse e dagli studenti dell’istituto “G. Ruffini”, del Polo tecnologico imperiese e del Liceo Viesseux, primo evento della prestigiosa manifestazione “Cervo ti strega”.

La serata, allietata dalla musica della band Long island, composta da molti ex alunni Ruffini, è il risultato di un bellissimo percorso, in cui l’apprendimento e l’impegno per il sociale si sono intrecciati, grazie anche alla preziosa collaborazione del professor Franco Gorlero, primario all’ospedale Galliera di Genova, che ha seguito e supportato i giovani artisti nel ruolo di “coach”, di motivatore e di ideatore dell’iniziativa.

Perché un medico? E perché alunne ed alunni di istituti tecnici e liceo scientifico e classico hanno intrapreso questo singolare progetto?

La risposta è da ricercare, proprio come dice il titolo della manifestazione, nella passione. Una passione coltivata oltre la professione o la scelta dell’indirizzo di studi. Una passione da cui scaturiscono opere istintuali, dettate solo dal cuore e dalla creatività.

I ragazzi hanno lavorato su quattro temi-chiave, individuati attraverso una riflessione sulle tematiche  significative del terzo millennio. Tali temi sono: il tempo, l’incomunicabilità il sogno e le emozioni. Le loro opere,  originali  oltre ogni aspettativa, saranno le protagoniste della serata e verranno poi esposte nei locali del borgo che, al termine dell’inaugurazione, le esporranno per la vendita.

Il ricavato sarà devoluto al comune di Cervo per il restauro di un bene architettonico del suggestivo borgo medioevale.

Ad arricchire la serata, Maria Teresa Verda Scajola ed Alfonso Clerici , che saranno testimoni di un’arte multiprospettica, radicata alla storia e nel passato  e proiettata verso una dimensione avanguardistica , come testimonierà la statua “Il re nudo”, di cui Alfonso Clerici e Franco Gorlero  narreranno la storia, in occasione della serata.

Alfonso Clerici, artista ed imprenditore genovese, coltiva da sempre la passione per la pittura e il disegno al di fuori delle istituzioni accademiche.

Cultore dell’arte, della musica e della lettura si “rinchiude”, in una Factory in Piemonte dove trova serenità ed ispirazione, trasformandosi da imprenditore ad artista, da business man a contadino, in un connubio perfetto con i luoghi e le sue passioni più vere.

Maria Teresa Verda Scajola è docente e studiosa di storia dell’arte e del territorio, nonché rappresentante Fai per la provincia di Imperia.

Sarà insomma un evento di arte, musica e leggerezza, in cui tutti i protagonisti saranno attori e spettatori del bellissimo spettacolo che l’arte può offrire.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.