Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al via al bando per tutori di minori non accompagnati, Lalla “Il reclutamento diventa su base volontaria”

Il difensore civico ha emanato il bando regionale previsto dalla legge nazionale, che istituisce l'elenco dei tutori

Liguria. Il Difensore civico della Regione Liguria e Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza Francesco Lalla ha emanato il bando pubblico per la selezione dei “tutori volontari per minori stranieri non accompagnati”.

L’iniziativa è stata assunta nelle settimane scorse, dando così attuazione alla legge n. 47 del 7 aprile 2017 “Disposizioni in materia di protezione dei minori stranieri non accompagnati”.

I tutori sono selezionati e formati dal Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza e, al termine di un periodo di formazione e dopo una selezione finale, vengono inseriti in un elenco istituito presso il Tribunale per i minorenni.
Questa nuova figura rappresenta il minore da un punto di vista legale; ne tutela i diritti; promuove il benessere psicofisico del minore, vigila sulla sua educazione e integrazione, sulle sue condizioni di accoglienza, sulla sua sicurezza e protezione e, infine, amministra l’eventuale patrimonio del minore.

«La legge 47 ha normato a livello nazionale la selezione e la formazione di queste figure – spiega Francesco Lallae la Liguria è fra le prime Regioni a dare attuazione a queste disposizioni. Fino ad oggi il reclutamento era affidato alla libera iniziativa dei Comuni, adesso, grazie alla legge 47, viene uniformata la regolamentazione e viene individuato l’organismo a cui spetta la selezione e la formazione del tutore». Il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza sottolinea un’altra novità: «D’ora innanzi, per esercitare questo ruolo, occorre rispondere al bando, quindi il reclutamento diventa su base volontaria».

Il bando non ha scadenza e contiene i requisiti che devono avere i tutori, i quali presteranno la propria opera gratuitamente. Le linee guida sono state emanate dall’Autorità nazionale per l’infanzia in modo da garantire una formazione omogenea dei tutori su tutto il territorio italiano: obbiettivo della legge non è creare un professionista della tutela legale, ma una persona qualificata e con le conoscenze adeguate per adempiere al nuovo ruolo.

Il bando è pubblicato sul sito del Consiglio regionale (indirizzo http://www.regione.liguria.it/gare-concorsi-e-avvisi/gare-concorsi-e-avvisi/avvisi/publiccompetition/551-garante-dell-infanzia-bando-tutori-volontari-minori-legge-47)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.