Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Imperia scatta l’operazione “Spiagge sicure”, defibrillatori negli stabilimenti balneari foto

Lo scorso anno in provincia di Imperia si sono verificati sette casi

Imperia. Defibrillatori in spiaggia per salvare vite umane. A Borgo Marina di Imperia scatta l’operazione “spiagge sicure” con i bagnini pronti a intervenire in caso di emergenza per soccorrere i bagnanti. Le apparecchiature saranno a disposizione ai bagni Oneglio, Manè e Buraxen, in zone strategiche del litorale di Porto Maurizio.

defibrillatori spiaggia

La valenza dell’operazione è sostenuta dal Consorzio Stabilimenti Balneari di Imperia, con la Capitaneria di Porto e col Consorzio il Salvagente di Claudio Checcucci. Tutto nasce ad una decina di giorni dall’incontro che il presidente regionale della Federbalneari di Confesercenti Gianmarco Oneglio
ha avuto con l’ammiraglio Giovanni Pettorino. “Abbiamo deciso di lanciare la proposta sperimentale agli associati del Consorzio Stabilimenti Balneari di Imperia di dotarsi di un defibrillatore. Riteniamo che sia strumento che consentirà di intervenire e soccorrere in modo tempestivo i bagnanti in arresto cardiaco”, spiega il presidente Oneglio. Lo stesso presidente ricorda anche come “un cliente che abbia o meno problemi cardiaci sarebbe molto più sollevato nel sapere che nello stabilimento balneare in cui intende trascorrere un periodo di vacanza sono presenti diverse postazioni dotate di defibrillatori DAE semiautomatici esterni”.

Da sottolineare poi che, proprio l’arresto cardiocircolatorio, è la causa di morte principale negli stabilimenti liguri; sette i casi registrati lo scorso anno in provincia di Imperia.

Tutti gli assistenti bagnanti della “Salvagente di Claudio Checcucci” sono stati formati specificatamente per la pratica BLSD insieme ai gestori degli stabilimenti. “Quindi – conclude Oneglio – sarà sempre assicurata la presenza di personale provvisto della necessaria abilitazione regionale per l’uso del DAE”.

Alla presentazione di questo pomeriggio era presente anche l’assessore Simone Vassallo: “Garantire la sicurezza e l’incolumità delle persone è importante. E’ uno strumento validissimo, un aiuto concreto in casi estremi. Ma queste apparecchiature vanno utilizzate con i guanti. E’ uno strumento semiautomatico che deve essere utilizzato da persone abilitate”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.