Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

No all’arrivo di nuovi profughi, ordine del giorno approvato in Consiglio regionale

Non sono mancati i botta e risposta tra maggioranza e opposizione sul tema immigrazione

Più informazioni su

No ad ulteriori arrivi di migranti in Liguria: su questo argomento sono state presentate una mozione e un ordine del giorno di contenuto divergente: la mozione è stata presentata da Gianni Pastorino (Rete a sinistra & liberaMENTE Liguria), l’ordine del giorno è stato presentato da Franco Senarega (Lega Nord Liguria-Salvini) e sottoscritto da tutti i componenti del gruppo.

Con 16 voti contrari (maggioranza di centrodestra), 7 voti favorevoli (Pd e Rete a sinistra & liberaMENTE Liguria) e 4 astenuti (Movimento 5 Stelle) è stata respinta la mozione presentata da Pastorino, con la quale si impegnava la giunta “a creare un percorso veloce e sicuro (con controlli adeguati) per inserire temporaneamente rifugiati o famiglie di rifugiati presso famiglie italiane o straniere residenti nel territorio ligure, disponibili ad accoglierli, prendendo ad esempio il percorso virtuoso della Regione Toscana, che ha istituito un numero di telefono regionale “Accoglienza migranti”, per registrare le disponibilità di accoglienza, da parte di famiglie, privati cittadini e proprietari di strutture ricettive”.

Con 16 voti a favore (maggioranza di centrodestra), 7 contrari (Pd e Rete a sinistra & liberaMENTE Liguria (e 4 astenuti (Movimento 5 Stelle), è stato approvato l’ordine del giorno presentato da Senarega, che chiede alla giunta “di affermare, in Conferenza Stato – Regioni, la netta contrarietà ad ulteriori arrivi in Liguria rappresentando, in questo modo, la posizione di numerosi Sindaci della regione e dell’Anci stessa”.

Nel documento si rileva che, in base ai dati dell’Agenzia Europea della Guardia Costiera e di Frontiera (Frontex), il numero di migranti arrivati in Europa nel 2016, attraverso la rotta italiana del Mediterraneo centrale, ha raggiunto quota 181.000, la più alta cifra mai registrata negli anni e che il Ministero dell’Interno nel 2016 ha previsto di distribuire 2,5 richiedenti asilo ogni 1.000 residenti, con correttivi per i Comuni di piccole dimensioni e le Città Metropolitane.

“Il Direttore Generale di Anci Liguria ha recentemente affermato che il flusso dei richiedenti asilo censiti in Liguria ha già superato abbondantemente la soglia suddetta, prevista dal piano di riparto – ha aggiunto il consigliere – e, in base ai dati diffusi da Anci Liguria nel dicembre 2016, i richiedenti asilo accolti nel territorio regionale superano le 5.000 unità”.

Nel dibattito congiunto su due provvedimenti sono intervenuti, oltre ai proponenti, Luca Garibaldi (Pd), l’assessore all’immigrazione Sonia Viale, Francesco Battistini (Rete a sinistra & liberaMENTE Liguria), Luca Garibaldi (Pd) e Stefania Pucciarelli (Lega Nord Liguria-Salvini).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.