Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lo scrittore imperiese Ferrari in trasferta a Loano per il libro sulla Banca Garibaldi

Dialogherà con la presidente dell’Unitre Loano Umberta Bolognesi Galati

Imperia. Nella Biblioteca Civica a Palazzo Kursaal a Loano alle 16 è in programma la presentazione del libro “Echi di un fallimento Banca M. Garibaldi & C. Economia Finanza Territori”, organizzata dall’Unitre di Loano con il patrocinio del Comune.

Il volume dello scrittore imperiese Enzo Ferrari è il frutto di un’attenta ricerca che l’autore ha svolto in diverse biblioteche, negli archivi statali locali di Imperia, Ventimiglia, Sanremo, Savona e centrale di Roma, negli archivi storici della Banca d’Italia a Roma, dell’ex Banca Commerciale a Milano, della Cassa di Risparmio di Genova e del Banco di Napoli. I documenti originali (relazioni ufficiali, lettere, resoconti giornalistici, note e appunti riservati) sono stati inseriti nel libro, impreziosito dalla prefazione del Prof. Andrea Zanini (Università di Genova – Dipartimento di Economia).

Enzo Ferrari che dialogherà con la presidente dell’Unitre Loano Umberta Bolognesi Galati ha ricostruito la storia del fallimento della Banca M. Garibaldi & C., istituto bancario con sede a Porto Maurizio ben inserita nel tessuto economico e finanziario del Ponente d’inizio ‘900. Tredici succursali e un “recapito” furono aperti negli anni da Finale Ligure a Ventimiglia. L’istituto in alcuni decenni d’attività aiutò a creare e crescere diverse imprese olearie, industriali, alberghiere, edili e commerciali. Il suo crollo nel 1926 colpì molte di queste aziende e mise in difficoltà un alto numero di risparmiatori che recupereranno solo una minima parte dei loro averi. Lunga la procedura fallimentare trascinatasi per quasi un quindicennio causa l’elevato numero dei soggetti interessati, per le difficoltà di recupero dei crediti, per i molti ostacoli frapposti. Un episodio di quasi un secolo fa che coinvolse migliaia di famiglie e centinaia di aziende.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.