Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La carovana di “Circoliamo” si è fermata a Imperia con idee e soluzioni foto

I ragazzi hanno potuto giocare alla “Green League”, primo social game finalizzato all’educazione ambientale

Imperia. Una giornata interamente dedicata all’ambiente. A Imperia è arrivata la campagna itinerante del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati “CircOLIamo” che pone l’attenzione sugli oli lubrificanti usati, sui rischi per l’ambiente e sull’opportunità per l’economia nazionale e locale.

In piazzale Padre Cristino è stato allestito il villaggio “CircOLIamo” che ha visto la presenza dell’assessore all’Ambiente Giuseppe De Bonis.

“Imperia – ha spiegato Sebastiano Di Ficcio, responsabile della rete di raccolta del COOU – rappresenta la quarta tappa ligure della campagna educativa itinerante organizzata dal nostro Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati. Un’iniziativa che vede il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e di ANCI. L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni locali sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati e ottimizzarne la raccolta”.

E al centro dell’evento di “Circoliamo” l’incontro con i ragazzi delle scuole, che hanno potuto partecipare agli educational loro dedicati e in particolare hanno potuto giocare alla “Green League”, il primo social game finalizzato all’educazione ambientale. Agli amministratori comunali il Consorzio, invece, ha proposto le soluzioni ad eventuali difficoltà o inadempienze. “L’olio lubrificante usato è un rifiuto pericoloso che deve essere smaltito correttamente. Se utilizzato in modo improprio può essere estremamente dannoso per l’ambiente e per la salute umana: basti pensare che 4 kg circa di olio – il cambio di un’auto – se versati in mare posso coprire una superficie grande quanto un campo di calcio”, hanno detto durante la mattina imperiese gli esperti del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati. Esplora il significato del termine: Dal 1984 la rigenerazione degli oli lubrificanti usati grazie al Coou (ente senza fine di lucro) ha permesso all’Italia di risparmiare 3 miliardi di euro sull’importazione di petrolio. Attualmente oltre un quarto degli oli lubrificanti utilizzati (non solo per l’autotrazione, ma anche per le macchine utensili) proviene dalla rigenerazione di oli usati. Tra l’altro, dal 1984 la rigenerazione degli oli lubrificanti usati grazie al Coou (ente senza fine di lucro) ha permesso all’Italia di risparmiare 3 miliardi di euro sull’importazione di petrolio. Attualmente oltre un quarto degli oli lubrificanti utilizzati (non solo per l’autotrazione, ma anche per le macchine utensili) proviene dalla rigenerazione di oli usati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.