Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, il Museo della Comunicazione di Angelo Sessa sarà presentato alla Cumpagnia de l’Urivu

Racconterà il percorso e gli incredibili incontri come quello con la figlia di Guglielmo Marconi, Elettra che lo hanno portato a fondare nel 2008 il "Museo della Comunicazione. Voci nell'Etere"

Imperia. Inaspettati gioielli del Ponente Ligure. Il Museo della Comunicazione di Angelo Sessa, affiliato alla prestigiosa Fondazione G. Marconi sarà presentato alla Cumpagnia de l’Urivu giovedì 1 giugno alle ore 16,30 presso la storica sede in Via Zara 6 in Borgo Parasio.

Angelo Sessa, proprietario della preziosa collezione che vanta preziosi pezzi tra macchinari e documenti racconterà il percorso e gli incredibili incontri come quello con la figlia di Guglielmo Marconi, Elettra che lo hanno portato a fondare nel 2008 il “Museo della Comunicazione. Voci nell’Etere”.

“La sede, proprietà del collezionista, ha sito in Imperia, nel Borgo di Oliveto, storica frazione del capoluogo ligure e nei suoi caratteristici locali con soffitti a volta, tipici delle costruzioni del borgo, come una perla preziosa adagiata nella sua valva, riluce una selezione di oltre 500 sparecchi selezionati che sintetizza la storia delle telecomunicazioni: dai primi esperimenti di elettrologia, alla pila di Volta, dal telegrafo al telefono ma è rappresentata anche la storia della registrazione sonora:il fonografo, il grammofono, il registratore a filo magnetico, fino alle più moderne forme di comunicazione digitale” spiega Mosè Battocchio editore dei diversi volumi dedicati al Museo della Comunicazione di Angelo Sessa.

“Sessa – spiega il presidente della Cumpagnia Cristina Vianopossiede questo patrimonio, che ha deciso di condividere con la città di Imperia e con tutti gli appassionati. E’ necessario promuovere e valorizzare queste piccole ma inestimabili realtà che esistono sul territorio per sviluppare l’ offerta culturale per i cittadini ed anche per i turisti che possono cosi’ scoprire aspetti diversi ed inattesi della nostra città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.