Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I dodici comandamenti per la corretta coltivazione della cipolla egiziana ligure

Le linee guida di Marco Damele

Camporosso. Tra poche settimane inizieremo a Camporosso la raccolta dei bulbi della cipolla egiziana ligure e sono migliaia le richieste pervenute in questi mesi ed in particolar modo durante l’evento tributo di Sanremo dedicato al botanico Libereso Guglielmi. Per fare chiarezza sulla coltivazione e facilitare la gestione della cipolla egiziana ligure Marco Damele ha preparato alcune linee guida da seguire per chi per hobby o per passione decidere di iniziare questa bellissima esperienza di recupero della biodiversità applicata alla nostra agricoltura:

1) Appena riceverai il bulbo, mettilo a dimora in piena terra o in un vaso grande. Ricordati però che non ama i terreni particolarmente argillosi e compatti e predilige terreni sabbiosi.

2) La cipolla egiziana è una pianta xerofita, quindi non esagerare con le irrigazioni.

3) Se puoi scegliere, posiziona il bulbo in un luogo assolato (anche se in condizioni di scarsa luminosità la pianta riuscirà a crescere, l’esposizione al sole diretto è ottimale).

4) Dopo che hai piantato il bulbo , non aspettarti subito che la pianta cresca e formi nuove foglie. Per le prime settimane il bulbo “lavorerà” solo a livello radicale formando una rete di radici che serviranno per ancorarsi al terreno ed iniziare ad assorbire le sostanze nutritive .

5) Se il bulbo piantato dopo qualche giorno avrà le foglie secche o gialle, non preoccuparti e mi raccomando, non toglierlo dal terreno.

6) Per vedere la formazione di bulbilli aerei dovrai aspettare marzo- aprile 2018. La stagionalità del prodotto è una delle caratteristiche esclusive della pianta.

7) Quando la pianta avrà formato diverse foglie, puoi iniziare a raccoglierle , tagliandole con un coltello alla base.

8) In inverno la pianta non muore anche con temperature molto rigide.

9) Puoi anche concimare il terreno con sostanza organica ma non è una pianta particolarmente esigente dal punto di vista nutritivo.

10) La cipolla egiziana non produce semi e non spigherà, su internet purtroppo esistono molti siti che pubblicizzano scorrettamente la vendita di “semi di cipolla egiziana”.

11) Controlla periodicamente la presenza di lumache in primavera estate,le foglie della cipolla egiziana risultano molto appetibili.

12) Ricordati che la natura non conosce la parola fretta ! Buona coltivazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.