Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I condomini di Borgo San Martino lanciano un appello all’amministrazione comunale

"Quindi sarebbe opportuno che l’attuale Amministrazione Genduso, fornisca chiarimenti"

Più informazioni su

Taggia. “La data delle elezioni si avvicina, – scrivono i condomini di Borgo San Martino a Taggia – ancora una volta molti volti si notano aggirarsi nei dintorni di Borgo San Martino a Taggia, volti che in questi anni ci hanno coperto di promesse mai mantenute e volti che da Taggia non sono mai passati. Con l’occasione, alcuni abitanti del Borgo, ringraziano il Consigliere comunale del gruppo Insieme, Cava Fedele, dell’articolo in precedenza pubblicato, e con riferimento allo stesso desiderano precisare quanto segue. Innanzitutto, vero è, che le aree interessate dalle opere di urbanizzazione mai concluse, si trovano nello stato attualmente rilevato, in quanto, come correttamente affermato dall’Amministrazione, “non sono ancora state acquisite al patrimonio comunale perché non collaudabili e ancora di proprietà della Società che ha realizzato il quartiere”, ma è altrettanto vero che il signor Sindaco, in occasione di un incontro avvenuto “a bordo piscina”, all’interno del Borgo, in presenza dell’assessore Mario Manni, durante la campagna elettorale del 2012, aveva “ promesso” che le opere si sarebbero potute portare a termine mediante l’utilizzo della fideiussione bancaria stipulata a garanzia dalla società costruttrice al Comune di Taggia.

Quindi sarebbe opportuno che l’attuale Amministrazione Genduso, fornisca chiarimenti in merito al motivo per il quale “tale promessa” , ad oggi, non sia stata mantenuta o “ non sia stato possibile” mantenerla. Considerando poi che l’Amministrazione Comunale afferma nell’articolo citato, di “aver fatto tutto il possibile, stendendo fiumi di inchiostro , per arrivare al termine della questione”, senza essere riuscita a raggiungere l’obbiettivo prefissato, quindi potrebbe definitivamente e in modo trasparente spiegare ai diretti interessati, magari attraverso incontro dedicato, visto il momento elettorale, quali siano stati gli impedimenti oggettivi incontrati, al fine di trovare una soluzione e non in termini polemici, ma costruttivi. E’ fuori dubbio, ed è nell’interesse di tutti, far si che tale area non continui a vivere nel degrado in cui si trova ormai da troppo tempo, ed è normale conseguenza che senza opportuni ed adeguati interventi, non potrà che peggiorare, arrecando disagi non solo ai condomini di Borgo San Martino, ma a tutta la collettività.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.