Quantcast

Giornata mondiale dell’Infermiere, gli infermieri “A Imperia finalmente sono arrivati i primi risultati”

"Sono arrivati a distanza di un anno rispetto alle nostre richieste fondate sulle necessità del Nostro Sistema Salute"

Imperia. La Giornata mondiale dell’Infermiere è festeggiata in tutto il mondo il 12 maggio, anniversario della nascita di Florence Nightingale.

Per un Sistema Salute Sostenibile, al fianco del malato gli infermieri rinnovano il loro impegno:

– Sì alle Vaccinazioni come strumento primario di prevenzione

– Sì a un nuovo patto per l’assistenza con i cittadini, per rispondere ai bisogni di salute con competenza, professionalità e umanità

– Sì a sollecitare le Istituzioni a garantire ai cittadini l’equità di accesso alle cure e all’assistenza su tutto il territorio nazionale

– Sì a erogare servizi orientati alla centralità e qualità di vita dei cittadini e a monitorare la qualità delle prestazioni

– Sì a costruire, nel rispetto reciproco dei ruoli, un nuovo modello di cura e assistenza che integri le competenze specifiche di ogni professione sanitaria.

“Nel 2016 il 9 maggio a Genova è stato inaugurato il livello intermedio degli stati generali in sanità presentando i lavori che porteranno alla riforma del sistema sanitario Ligure. Noi Infermieri siamo soddisfatti sono state accolte in parte le nostre richieste si inizia a ragionare su: condivisione del percorso, deospedalizzazione, rafforzamento della residenzialità e dei servizi, reparti per intensità di cura, Infermiere di famiglia, rispetto del territorio, non calando dall’alto le decisioni.

A distanza di un anno sono arrivati i primi risultati rispetto alle nostre richieste fondate sulle necessità del Nostro Sistema Salute in regione Liguria e in Provincia di Imperia” – affermano gli infermieri.

1. Il 9 maggio 2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Il concorso pubblico per l’assunzione di 25 Infermieri a tempo indeterminato con scadenza l’8 giugno contestualmente sono usciti i bandi per l’area Metropolitana e per il Levante con un totale di 69 posti in prima applicazione. Considerate le carenze di Tutta la regione Liguria abbiamo stimato che nel primo anno di validità della graduatoria in tutta la Regione potranno essere assunti 400 Infermieri (60 in Provincia di Imperia) Il dato è supportato dallo studio della nostra Federazione di Roma che ha evidenziato una carenza di 500 Infermieri in Liguria. Sicuramente le nuove assunzioni mobiliteranno tutte le possibilità occupazionali per gli Infermieri funzionando da volano anche per il privato favorendo il ricambio generazionale (oggi l’età media degli Infermieri in provincia è 49/50 anni) facendo così aumentare se non raddoppiare le opportunità di lavoro.

2. Scade il 13 maggio l’avviso pubblico per Infermieri a tempo determinato per coprire le assenze temporanee (gravidanze, lunghe malattie..) presso l’ASL1 Imperiese.

3. Polo Universitario di Imperia; in Regione Liguria l’Università di Genova ha attivi 7 poli di Infermieristica, storicamente abbiamo in provincia il polo di formazione, nonostante i numerosi vincoli e nuovi requisiti di docenza imposte alle università e la decisione di disattivare il polo di Imperia per l’anno accademico 2017/2018, siamo ottimisti sulla possibilità di attivare il Polo di Imperia in forma integrata con Pietra Ligure mantenendo tutte le attività possibili in sede a Imperia.

4. E’ in fase avanzata la revisione della legge Regionale Liguria 43/2017 nella bozza sono state accolte le nostre osservazioni è previsto il sistema di Assistenza Domiciliare Integrata e l’accreditamento per gli studi Infermieristici.

Per l’ASL1 sono stati ottenuti dalla Regione 2 milioni di € in più per il personale, questo risultato è stato possibile grazie all’impegno della Nuova dirigenza ASL1 Imperiese il DG Marco Prioli affiancato da pochi mesi dal DS Michele Orlando e dalla DA Sara Cagliani.

“Grazie a Tutta la comunità per il sostegno agli Infermieri. Grazie a Tutti gli Infermieri che ogni giorno 24 ore su 24 sono al fianco di chi soffre. Grazie al presidente Giovanni Toti, alla vicepresidente Sonia Viale e all’assessore Marco Scajola per il sostegno concreto alla professione e a tutto il Sistema Salute Ligure” – afferma il presidente Severino Borri.